Varese

Varese, Apre l’Emporio della solidarietà nei locali della Brunella

Parrocchia della Brunella

Parrocchia della Brunella

La Parrocchia San’Antonio di Padova alla Brunella la Caritas Varesina e la Cooperativa Intrecci hanno organizzato la cerimonia inaugurale del nuovo “Emporio della Solidarietà”, in programma sabato 18 luglio 2015 alle ore 11 presso i rinnovati locali dei servizi caritativi “Pane di Sant’Antonio” adiacenti alla Parrocchia Sant’Antonio di Padova alla Brunella con ingresso dal sagrato della Chiesa in via Crispi alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni civili e religiose.

Ecco il programma della cerimonia di inaugurazione: Accoglienza e presentazione dell’Emporio, Saluti delle autorità, Benedizione dei locali e cerimonia di taglio del nastro, Visita guidata ai locali dell’Emporio ed agli altri servizi caritativi, Aperitivo.

L’Emporio Solidale si colloca all’interno degli ampi spazi presso cui hanno già sede i servizi di mensa, igiene personale, armadio di Sant’ Antonio e il Centro di Ascolto Caritas. All’Emporio potranno accedere (nella fase iniziale delle attività dell’Emporio), le famiglie che si trovano in una situazione di temporanea difficoltà, previo colloquio presso uno dei Centri di Ascolto Caritas delle parrocchie del decanato. Ogni nucleo familiare riceverà una tessera che verrà caricata mensilmente con punti corrispondenti al valore di circa 150 euro. Verranno distribuiti prevalentemente alimenti confezionati, compreso il fresco, ma anche prodotti per l’igiene personale e per la casa.

La “mission” dell’Emporio non è l’assistenzialismo ma l’accompagnamento di famiglie in temporanea difficoltà, per un periodo definito ed eventualmente rinnovabile. Si concorderà con le famiglie stesse un progetto individualizzato perché, anche grazie al sostegno offerto dall’Emporio, siano aiutate in un percorso di superamento della condizione di bisogno. Gli alimenti distribuiti contribuiranno non solo al beneficio degli utenti, ma anche alla riduzione dello spreco alimentare, attraverso il recupero dell’invenduto, frutto dell’auspicabile partecipazione di operatori del settore alimentare quali supermercati o produttori.

L’Emporio non è solo fonte di aiuto per chi è in difficoltà ma è anche un’alternativa responsabile, sostenibile e solidale al sistema sociale ed economico a cui apparteniamo che ci spinge a non perdere di vista la fratellanza.

Per realizzare l’Emporio sono stati impiegati fondi derivanti dal prezioso sostegno di Fondazione UBI, UBI Banca, Banca D’Italia, Fondazione Mons. Proserpio, Fondazione Babini Cattaneo, Fondazione La Sorgente, Fondazione Comunitaria del Varesotto.

15 luglio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs