Varese

Varese, L’Arma lancia operazione “Estate Sicura”. Controlli anti-droga

CarabinieriControlli a tappeto dei Carabinieri del Comando Provinciale di Varese che hanno lanciato l’operazione “Estate Sicura” mettendo in campo oltre 800 uomini, 280 automezzi, 5 Stazioni Mobili e numerose unità motociclisti, avvalendosi anche del concorso di un elicottero dell’Elinucleo di Orio al Serio (BG), di 4 unità cinofile dei Nuclei di Casatenovo (LC) e di Orio al Serio (BG) e di due squadre operative del NAS di Milano.

Il massiccio dispiegamento di forze è orientato all’intensificazione dei controlli sulle principali vie e snodi di comunicazione della Provincia con l’effettuazione di posti di controllo e di blocco in particolare in prossimità dei caselli autostradali dell’A8 e dell’autostrada Pedemontana, delle Stazioni Ferroviarie e di Autolinee, delle zone di confine con la Confederazione Elvetica e delle limitrofe Province di Milano, Novara e Como. Particolare attenzione è stata dedicata all’area dell’Aeroporto di Malpensa, con controlli serrati sulle vie di accesso allo scalo anche in relazione ai transiti dei numerosi visitatori di EXPO 2015.

Specie negli orari notturni saranno monitorate le aree residenziali lasciate dagli abitanti allontanatisi per le vacanze, per scoraggiare i furti negli appartamenti anche con il supporto del sorvolo dell’elicottero NEXUS A 109, un elicottero di nuova generazione dotato di avanzate tecnologie per il volo notturno che ha segnalato la presenza, anche in luoghi isolati di persone e autovetture sospette.

I servizi straordinari di controllo del territorio saranno concentrati sulla repressione dei reati contro il patrimonio, con particolare riferimento a furti e rapine, il controllo sulle persone sottoposte a misure di prevenzione con particolare riguardo ai sorvegliati speciali di Pubblica Sicurezza e gli altri soggetti di interesse operativo ma non solo. Saranno passate al setaccio le zone della Provincia ove si esercita la Prostituzione, specie ai limiti con la Provincia di Como, e quelli del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione partita già in concomitanza con l’apertura di expo ha già portato all’arresto di oltre 160 e all’individuazione di 800 autori di reato; 27.000 le persone controllate e 18.000 mezzi mentre dall’inizio dell’anno ben 46 arresti sono stati operati per furto. Particolari servizi sono stati svolti nel fine settimana in tutto il luinese con particolare attenzione alla movida dei locali del lungolago che attraggano numerosi giovani anche fino a tarda notte.

Inoltre, nella zona, i fine settimana sono caratterizzati, come di consueto, da un notevole afflusso, di turisti stranieri, in gran parte tedeschi e olandesi nonché italiani, provenienti non solo dalla Provincia di Varese, ma anche da quelle di Como, Milano e Verbania.

Il particolare contesto che ne consegue ha reso pertanto necessario rafforzare l’azione di contrasto ai furti in abitazione e garantire la sicurezza dell’intenso flusso veicolare. In tale ottica i Carabinieri hanno svolto servizi straordinari, mirati a controllare e monitorare la circolazione stradale, gli esercizi pubblici maggiormente frequentati da giovani e gli imbarcadero.

Allo scopo di rendere maggiormente efficace l’attività di controllo, i carabinieri hanno impiegato la motovedetta CC271 di Luino ormeggiata nel porticciolo luinese, la Stazione Mobile e pattuglie a piedi, supportati altresì da militari dei reparti speciali (N.A.S. di Milano, Ispettorato del Lavoro di Varese e due unità cinofile del Nucleo di Casatenovo). Complessivamente, tra venerdì sera e sabato notte, sono stati impiegati 32 carabinieri, 13 automezzi e la motovedetta.

L’impiego della motovedetta si colloca sia in un ambito prettamente operativo, per il contrasto di reati sulla base delle situazioni contingenti, sia nell’attività di soccorso a natanti o persone in ambito lacuale.

I compiti operativi comprendono tra l’altro la contestazione delle infrazioni commesse in violazione del Codice della Navigazione, nonché la verifica degli equipaggiamenti di bordo dei natanti e la loro rispondenza ai requisiti di sicurezza previsti dalle vigenti disposizioni in materia. Non sono tralasciati i controlli ai cantieri nautici, ai lidi balneabili, ai campeggi, e a tutte quelle strutture la cui collocazione naturale trova attinenza con il lago.

La Stazione Mobile dei Carabinieri è un efficace strumento, che consente di esaltare la flessibilità di tali dispositivi di controllo del territorio.

Equipaggiato con una completa dotazione radio ed informatica, il mezzo consente di garantire la costante aderenza dell’attività preventiva all’esigenza di presidio temporaneo del territorio, nell’ottica di un impiego tendenzialmente statico.

Il personale della Stazione Mobile è infatti in grado di ricevere denunce, assumere informazioni e fornire in generale assistenza alla cittadinanza, coordinandosi con l’Arma territoriale.

L’impiego sinergico di tali forze ha consentito sia di rafforzare l’attività preventiva in occasione di manifestazioni e nelle zone caratterizzate da intenso afflusso di residenti e villeggianti, sia di svolgere con efficacia l’attività di contatto diretto con la cittadinanza / villeggianti, che consolida il rapporto di fiducia con i cittadini, finalità principale dell’azione quotidiana che i Comandi dell’Arma sviluppano con accorta sensibilità istituzionale anche nell’ottica della concreta attuazione del motto “Possiamo aiutarvi”, che l’Arma ha coniato per dare un contenuto al modello di “servizio di prossimità”.

I carabinieri della Compagnia di Luino, in attuazione dei “Patti per la Sicurezza dei Laghi”, nello scorso week end hanno eseguito serrati controlli, durante i quali sono stati impiegati 35 carabinieri, tra cui personale del N.A.S. di Milano, dell’Ispettorato del Lavoro di Varese e del Nucleo CC Cinofili di Casatenovo (LC), 15 automezzi e la motovedetta CC271. Sono state controllate 348 persone, 166 mezzi, 9 esercizi pubblici.

Di rilievo i risultati conseguiti:

* militari della Stazione di Castelveccana (VA) hanno denunciato in s.l.:

* due minori residenti a Luino e Cremenaga, per aver causato, presso il parco Ferrini di Luino, un principio d’incendio, che ha danneggiato una palma;

* un cittadino marocchino 62 enne, residente a Besozzo, sorpreso ad asportare, dalla discarica comunale di Porto Valtravaglia (VA), due bicilette e materiale elettrico;

* militari della Stazione di Cuvio hanno denunciato in s.l. una cittadina polacca 44 enne, residente a Cuvio (VA) e titolare di un esercizio pubblico situato in un contesto condominiale, responsabile di aver organizzato una serata “karaoke”, che provocato il disturbo del riposo delle persone residenti ai piani superiori dell’edificio;

* militari della Stazione di Luino hanno denunciato in s.l. un cittadino albanese 34 enne che, controllato nei pressi della stazione ferroviaria di Luino, è risultato privo del previsto permesso di soggiorno, scaduto il 01/07/2011;

* militari del Nucleo Ispettorato del lavoro di Varese, unitamente a personale ispettivo della Direzione Territoriale del Lavoro di Varese, a conclusione di specifica attività ispettiva in materia di legislazione sociale e sicurezza luoghi di lavoro eseguita a Luino, hanno denunciato in s.l.:

* una cittadina rumena 28 enne, residente a Lavena Ponte Tresa (va), socio accomandatario di una ditta che gestisce un bar – pub, per aver occupato n. 1 lavoratore “in nero” su n. 2 impiegati. Nella circostanza è stato applicato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale;

* una cittadina svizzera 43 enne, residente a Luino, socio amministratore della ditta che gestisce un altro bar – pub, per non aver redatto il documento di valutazione dei rischi e per aver occupato nr. 2 lavoratori “irregolari” su nr. 2 impiegati.

Sono state comminate complessivamente ammende pari a € 7.014,00 (settemilaquattordici/00), sanzioni amministrative pari a € 16.752,00 (sedicimilasettecentocinquantadue/00) e recuperati oneri contributivi pari euro 3.789,22 (tremilasettecentoottantanove/22).

* militari della Stazione di Laveno Mombello, grazie alla segnalazione di un privato cittadino, sono intervenuti tempestivamente a Leggiuno, ed hanno messo in fuga dei malfattori che stavano effettuando il furto di motoveicoli all’interno dei garage di un complesso condominiale. Nella circostanza, i militari operanti hanno rinvenuto un furgone Ford Transit, provento di furto commesso il 14.05.2015 a Casorate Sempione, in pregiudizio di un impiegato 55 enne. All’interno del mezzo sono stati rinvenuti, venivano rinvenuti tre motocicli di grossa cilindrata (2 BMW e una Honda), poco prima asportati dai garage del condominio, che sono stati restituiti ai legittimi proprietari. I carabinieri della stessa Stazione hanno segnalato alla Prefettura di Varese un imprenditore 43 enne, residente a Laveno Mombello (va), che, controllato alla guida della propria autovettura, è stato trovato in possesso di un grammo di marijuana.

Sono state altresì elevate 12 contravvenzioni per violazioni del Codice della Strada. Ritirate due patenti e una carta di circolazione. 19 i punti sottratti dalle patenti.

5 luglio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs