Varese

Varese, Parte Convergenze tra pioggia e un grande Davide Van De Sfroos

Il cantautore Davide Van De Sfross al Parco Mantegazza di Varese

Il cantautore Davide Van De Sfross al Parco Mantegazza di Varese

Partenza bagnata, ieri sera, per Convergenze, il primo festival organizzato al Parco Mantegazza dalla rete di 12 associazioni che hanno vinto un Bando Cariplo. Apertura con il concerto di Davide Van De Sfroos, salito sul palco attorno alle 21.40 e subito vittima di un forte temporale di una decina di minuti. Pochi minuti in cui tutti sono corsi al riparo, sotto tende e gazebo, mentre il cantautore laghée non ha smesso un minuto di cantare la sua grande epopea di perdenti tra atmosfere country-folk e momenti sublimi affidati all’unplugged.

Tutto era iniziato, nel pomeriggio, con i classici ingredienti da festival estivo: qualche stand, l’immancabile fila al banco di salamelle e birrette, un coretto “Pop Up” di Fausto Caravati che camminava nel parco cantando. Pian piano è arrivato il pubblico (biglietto per il concerto 15 euro più prevendita), che si è posizionato in gran parte sotto al palco e che, a detta degli organizzatori, è arrivato a superare le 800 presenze. Al momento giusto, è salito sul palco Massimo Lazzaroni di Cortisonici per introdurre il concerto: “Non vi preoccupate – ha detto -, certamente non verrà il temporale”. Un azzardo di ottimismo smentito dall’acquazzone pochi minuti dopo, tra tuoni e fulmini. Ed è stato il “si salvi chi può”.

L’unico a ignorare l’acquazzone, restando sul palco impavido e incurante, è stato il cantautore tremezzino, accompagnato dalla sua band. “Siete un manipolo di eroi nella tempesta”, ha gridato scherzando Van De Sfroos dal palco. “Io sono in mezzo all’elettricità tra acqua e lampi, e quindi io e voi siamo fifty-fifty”.

Un temporale che ha bagnato l’inizio di una cavalcata in un lungo percorso di successi, seguiti dal pubblico con entusiasmo. Ma al di là dei pezzi ever-green (da “Pulenta e galena fregia” alla bellissima “Akuaduulza”, per poi arrivare agli attesissimi “Yanez” e “La curiera”), il concerto ha offerto alcune chicche. Un divertissement “per accordare la chitarra” dal singolare titolo “A Sanremo dobbiamo vincere” e una eccezionale versione country di un classico di Woody Guthrie “This land is your land”, che ha visto protagonista assoluta la voce da brividi di Leslie Abbadini Canzo.

Questa sera si prosegue con un atteso spettacolo dell’attore bolognese Alessandro Bergonzoni, con incontro alle ore 19.00 al Castello di Masnago e concerto alle ore 21.30. Titolo dello spettacolo proposto a Convergenze? “Nessi”, of course.

3 luglio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Parte Convergenze tra pioggia e un grande Davide Van De Sfroos

  1. edoardo il 3 luglio 2015, ore 08:36

    Ieri sera ero al concerto.Qual’è il titolo del pezzo cantato prima di Yanez ?
    Peccato per l’acustica ( si capivano poco le parole ).
    Grazie saluti
    Edoardo

Rispondi

 
 
kaiser jobs