Roma

Roma, Un milione al Family Day in favore della famiglia tradizionale

famiglianaturaleCome sostengono gli organizzatori, un milione di persone è sceso in piazza a Roma per il “Family Day”. Un’iniziativa per difendere la famiglia tradizionale e contro il ddl Cirinnà sulle unioni civili. Sì al riconoscimento del diritto dei singoli, tuttavia, come dice il segretario dell’Unione popolare cristiana (Upc) Antonio Satta, “no allo snaturamento dell’istituto familiare”.

Dura la polemica contro il provvedimento della senatrice Pd Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle unioni civili che difende la legge: “Abbiamo incluso tutte le famiglie, tutti gli amori e  tutti gli affetti”. Scende in campo anche il sottosegretario alle riforme del governo Ivan Scalfarotto, che definisce “inaccettabile” l’evento romano. Numerosi i politici centristi di Area Popolare, come l’ex ministro Maurizio Lupi. 

Al Family Day hanno aderito alla manifestazione diversi movimenti cattolici: i neocatecumenali, le “Sentinelle in piedi”, gli Evangelici, il “Movimento per la vita”, “Alleanza Cattolica”. Contro l’iniziativa si schiera Franco Grillini di Gaynet definisce la manifestazione “festival dell’omofobia”. E interviene anche Sinistra ecologia e libertà che con la campagna #chiconoscenonhapaura punta a smascherare “le falsità di chi ha organizzato oggi il family day a Roma”. 

 

20 giugno 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs