Regione

Regione, Assessore Cappellini: nel bilancio più soldi alla cultura

L'assessore regionale Cristina Cappellini

L’assessore regionale Cristina Cappellini

“Anche quest’anno si rinnova l’ormai consolidato appuntamento con ‘Parolario’, una kermesse che, partendo dalla citta’ di Como, ha saputo farsi conoscere in tutta la nostra regione e anche fuori di essa”. L’ha detto l’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini, intervenendo, a Como, a Villa Olmo, all’inaugurazione della XV edizione del festival letterario  ’Parolario’.

L’evento culturale si svolgera’ fino al 27 giugno, e non piu’ a settembre come di consueto. La sede principale del festival letterario torna a essere Villa Olmo, con il suo parco affacciato sul lago, ma incontri saranno ospitati anche a Villa del Grumello, Villa Sucota/FAR, Villa Gallia, sempre a Como, e, novita’, a Villa Bernasconi a Cernobbio e a Brunate.

“Quindici anni di lavoro, di passione e di impegno – ha sottolineato l’assessore Cappellini – che hanno via via coinvolto sempre piu’ numerose realta’ culturali del territorio, realta’ variegate, che, quando fanno squadra, sanno ottenere grandi risultati”. “Il tema di quest’anno, ‘Il colore della bellezza’ – ha proseguito -, particolarmente suggestivo. Perche’ cercare il colore della bellezza significa sottolineare un messaggio positivo, ricercare dentro se stessi e nella realta’ che ci circonda elementi virtuosi come l’armonia, la bellezza dell’arte, della letteratura, del paesaggio”.

“Tutti elementi – ha sottolineato l’assessore – che rendono straordinario questo territorio e la nostra Regione, ma che spesso siamo noi stessi cittadini lombardi a sottovalutare”. “Se solo pensiamo – ha aggiunto – a quanti primati ha la Lombardia anche in campo culturale, dovremmo tutti andarne molto piu’ fieri.

“Quello della ricerca della bellezza – ha ricordato l’assessore – e’ un percorso che stiamo portando avanti anche come Regione, approfittando della grande occasione di Expo per valorizzare il piu’ possibile il nostro patrimonio culturale, dai Siti Unesco alla miriade di musei, dai Padiglioni del palinsesto Belle Arti per Expo curati da Vittorio Sgarbi a diverse iniziative pensate proprio per promuovere le tante specificita’ della Lombardia”.

“In assestamento di Bilancio, proprio un paio di giorni fa, abbiamo addirittura previsto un aumento di risorse per alcuni settori della cultura – ha concluso l’assessore Cappellini -, a dimostrazione che, nonostante i pesanti tagli subiti con l’ultima Legge di Stabilita’ del Governo Renzi, la Lombardia non rinuncia a investire nella cultura e nei propri territori, passando dalle parole ai fatti”.

19 giugno 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs