Milano

Milano, Presidio sanitario in Centrale, Mantovani: chiesta presenza di pediatra

Il vicepresidente della Regione Mantovani tra i volontari e il personale medico

Il vicepresidente della Regione Mantovani tra i volontari e il personale medico

“Ho constatato come, tra tante persone presenti in queste ore, ci siano anche dei bambini. Regione Lombardia cura tutti, ma l’attenzione per i minori deve essere massima. Per questo ho chiesto la presenza di un pediatra all’interno del presidio. Tra tanti drammi e dolori, vogliamo essere particolarmente vicini a questi bambini”. A dirlo è il vice presidente e assessore alla Salute di Regione Lombardia Mario Mantovani nel corso del secondo sopralluogo in Stazione Centrale, a Milano, per l’allestimento dell’ambulatorio mobile destinato ai profughi in arrivo, allestito da Areu, Asl e Croce Rossa.

“Ieri non è stata una passerella - ha tenuto a precisare il vice presidente -, ma un’occasione per verificare con mano la situazione e mettere subito in  campo le azioni necessarie. Oggi sono qui per verificare di persona come l’allestimento sia in corso e, per questo, ringraziare tutti gli operatori che qui lavoreranno per tutelare la salute, oltre che degli immigrati, di tutti i milanesi e dei lombardi”.

L’ambulatorio sarà operativo a partire da domani mattina dalle 9 alle ore 13 e dalle 14 alle 18. Vi opereranno medici di continuità assistenziale dell’Asl. Areu ha previsto, su indicazione della Direzione generale Salute di Regione Lombardia, la presenza di un ‘mezzo di base’ dedicato a tutte le necessità sanitarie della Stazione Centrale e in particolare per i profughi; il mezzo sarà attivo dalle 8 alle 20.

“Già nel primo pomeriggio, dialogando con il dirigente di FS – ha specificato Mantovani -, abbiamo provveduto a garantire una ‘location’ più funzionale alle esigenze degli operatori, collocando il presidio nei pressi dell’ingresso della Stazione centrale”. ”Abbiamo invece appreso ieri sera dalle agenzie – ha concluso – della disponibilità, da parte del Gruppo FS, di alcuni locali in via Sammartini, manifestata già dal novembre scorso a Comune e Prefettura, da destinare all’accoglienza e alle prime necessità degli immigrati. Sentirò per questo il Ministro Delrio, per avere un quadro completo della situazione e permettere a Regione Lombardia di operare al meglio”.

 

SEGUONO FOTO

11 giugno 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs