Varese

Varese, Uno Shakespeare raffinato e originale proposto da Splendor del Vero

Un momento della rappresentazione

Un momento della rappresentazione

Un testo raffinato e di grande impatto, ma difficile, è stato scelto ieri sera al Teatro Santuccio per il saggio di fine anno della Scuola Teatro Musical Splendor del Vero che ha la sua sede presso il teatro e che è diretta dall’ottima Luisa Oneto, reduce dalla prima gallaratese dello spettacolo I Miserabili, messo in scena in collaborazione con L’Anaconda e altre cooperative sociali.

Un saggio che ha visto una trentina di interpreti sul palco che hanno dato vita alla tragicommedia di Shakespeare “Racconto d’inverno”, con la regia della Oneto e musiche di Enrico Salvato. Un’opera ad amplissimo spettro, che mette in gioco i grandi sentimenti e i grandi valori dell’esistenza. Ma anche (forse, soprattutto) le facce del teatro, dalla tragedia alla commedia, dalla storia d’amore alla mitologia, dal dramma alle scene bucoliche.

I ragazzi che hanno partecipato alla messa in scena – senza dimenticare, in essa, il Leonte credibilissimo proposto dal più maturo Marco Rodio – sono riusciti ad esprimere tutti i colori dell’opera del grande Bardo, con una notevole capacità di dare voce soprattutto ai sentimenti positivi, l’amore e l’amicizia.

Una bella sfida che la scuola della Oneto ha affrontato al meglio, anche grazie ad interpreti di grande qualità, come Aurora Scarpolini e Alessandra Steffenini.  Singolare e piacevole il piccolo intermezzo con dolcetti e bibite offerti al numeroso pubblico.

 

9 giugno 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs