Varese

Varese, Sì dell’Assemblea dei sindaci allo Statuto della Provincia

consiglioprovincialeIl nuovo statuto della Provincia di Varese incassa il voto unanime dell’Assemblea dei sindaci. E proprio i primi cittadini del Varesotto, al termine della votazione, hanno sancito con un applauso l’approvazione definitiva del documento.

Mancava ancora un passaggio istituzionale, ovvero l’Assemblea dei sindaci, per completare il percorso di condivisione delineato a fine dicembre dal Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi e portato avanti in questi mesi dal Consigliere provinciale e Presidente della Commissione ad hoc Alfonso Attardo. E proprio ieri i Sindaci si sono riuniti a Villa Recalcati per approvare l’importante documento che fissa le norme fondamentali dell’organizzazione dell’Ente.

Durante l’assemblea i consiglieri Alfonso Attardo, Marco Magrini e Alberto Tognola hanno ripercorso il cammino intrapreso con i consiglieri provinciali di maggioranza e minoranza e gli amministratori locali e hanno evidenziato una serie di punti strategici che caratterizzano il documento: «E’ stato fatto un ottimo lavoro sui principi fondativi. Abbiamo dato grande attenzione alla questione delle pari opportunità, previsto la possibilità di creare zone omogenee che consentiranno un’amministrazione più efficiente e vicina al territorio e infine abbiamo voluto attribuire un ruolo importante all’Assemblea dei Sindaci, che non sarà un mero organo di controllo, ma assumerà un ruolo propositivo, consultivo e decisorio nell’ottica di un ampio coinvolgimento dei cittadini nella gestione dell’Ente di Area vasta».

Anche il Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi ha espresso la propria soddisfazione: «Fin dalla prima Assemblea dei Sindaci ho chiesto di adottare un metodo il più condiviso possibile e che prevedesse il coinvolgimento anche dei consiglieri provinciale di minoranza e di tutti i nostri amministratori. Colgo anche l’occasione per ringraziare il segretario generale della Provincia Francesco Tramontana per il suo apporto professionale indispensabile alla stesura del documento. E’ stato un lavoro lungo e complesso e se oggi abbiamo raggiunto questo importante risultato lo dobbiamo alla grande collaborazione di tutti. A dimostrazione di questo vi sono ben due votazione del testo all’unanimità, ovvero quella del Consiglio provinciale e quella dell’Assemblea dei Sindaci. Ora anche la Provincia di Varese può dire di avere la propria carta costituzionale».

9 giugno 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs