Varese

Varese, Sul Polo materno-infantile il Pd interroga sindaco e giunta

Il nuovo ospedale a Giubiano

Il nuovo ospedale a Giubiano

Il Pd interviene sui lavori per il polo materno-infantile al Del Ponte: “La seconda fase di ristrutturazione dell’Ospedale Del Ponte sta, ormai, giungendo al termine. Il nuovo padiglione è funzionale e funzionante ma è evidente come il progetto, purtroppo, rimanga incompleto e incompiuto. La terza fase, quella che consentirebbe il potenziamento dei servizi di supporto all’intero ospedale, la realizzazione di nuovi reparti pediatrici, l’accorpamento di altre specialità pediatriche sparse per il Circolo e molto altro, non è mai stata finanziata da Regione Lombardia”.

Il capogruppo del Pd Fabrizio Mirabelli ricorda, a tale proposito, che, nel marzo 2013, il Consiglio comunale approvò, in maniera trasversale, anche con i voti del centrodestra, un ordine del giorno del PD che impegnava il Sindaco Fontana e la Giunta a riferire al Consiglio comunale, dopo il 31 dicembre 2014, proprio in merito allo stato di avanzamento dei lavori di ampliamento e rinnovamento per la realizzazione del nuovo ospedale della mamma e del bambi

“E’ giunto il momento – dichiara il capogruppo Pd– che Sindaco e Giunta mantengano fede a quell’impegno e vengano in Consiglio comunale a riferire. E’ una questione di trasparenza nei confronti dei varesini che hanno diritto di sapere perché, ancora oggi, siano costretti a convivere con fastidiosi e pericolosi disagi. Le istituzioni locali si sono adoperate affinché la Giunta regionale completasse il polo materno-infantile di eccellenza, a livello regionale e nazionale, che aveva promesso? Perché non è stata ancora finanziata la terza fase? Perché, in particolare, non è stata mantenuta la promessa di fare investimenti adeguati a rendere il “Ponte del sorriso” una struttura autonoma rispetto all’Ospedale di Circolo sia per quanto riguarda le specialità che per la quantità e la qualità delle attrezzature e delle risorse umane e professionali necessarie?”

“Per quanto ci riguarda – conclude il capogruppo del Pd –  desideriamo avere rassicurazioni sul fatto che Regione Lombardia non intenda snaturare o ridimensionare il progetto originario e la qualità del servizio offerto e prospettato, cosa che, per noi, lo diciamo chiaramente, sarebbe inaccettabile, nonché sui tempi, possibilmente certi, in cui si prevede che avrà fine questa difficile e infinita fase di transizione”

4 giugno 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Sul Polo materno-infantile il Pd interroga sindaco e giunta

  1. giovanni dotti Varese il 4 giugno 2015, ore 19:33

    Era facilmente prevedibile che sarebbe andata così, per mancanza di finanziamenti successivi, come per tante altre “grandi opere” lasciate a metà e mai finite nel nostro Bel Paese. Che il PD si svegli e chieda di cambiare la destinazione d’uso: un grade POLO RIABILITATIVO PUBBLICO, che ora manca assolutamente a Varese, città capoluogo di provincia, e RIPORTARE PEDIATRIA e OSTETRICIA-GINECOLOGIA ALL’OSPEDALE DI CIRCOLO, come chiedono da anni gli operatori del settore (eccetto i “capi” politicizzati) e la stragrande maggioranza dei Cittadini.

Rispondi

 
 
kaiser jobs