Varese

Varese, Polemica sul 24 Maggio tricolore, l’assessore Binelli: che tristezza

I Giardini Estensi tricolori

I Giardini Estensi tricolori

Dura polemica sulla celebrazione del 24 maggio a Varese. Se il Prefetto di Varese, Giorgio Zanzi, ha ribadito l’importanza della celebrazione della Prima Guerra Mondiale, che vide atti eroici dell’esercito italiano e che fu una tappa decisiva dell’Unità d’Italia, e per questo ha organizzato alcuni eventi domani domenica 24 maggio, è apparso sulla pagina Facebook dell’assessore comunale all’Urbanistica, Fabio Binelli, un commento critico nei confronti della città imbandierata con il tricolore.

Come già annunciato dal Prefetto di Varese in occasione del taglio del nastro della mostra dei garibaldini dedicata alla Grande guerra presso la Camera di commercio, è stata organizzata una sfilata per le vie del centro cittadino delle autorità, di picchetti armati e delle rappresentanze militari impegnate nella “Competizione Internazionale per pattuglie militari Lombardia 2015”. Il programma inviato dalla Prfefettura prevede un concentramento  in piazzale Kennedy con sfilata militare in via Morosini, piazza XX Settembre, via Mazzini e piazza Repubblica. Successivamente, in piazza Repubblica onori e deposizione di corona al Monumento ai Caduti con la partecipazione delle Autorità. A seguire sfilata fino ai Giardini Estensi, ove avverranno la Commemorazione della ricorrenza dell’entrata nella Prima Guerra Mondiale dell’Italia, i saluti delle Autorità e la premiazione delle squadre partecipanti alla competizione.

Una scelta, quella del Prefetto Zanzi, del tutto condivisibile, in linea con il sentimento di Patria che deve essere condiviso da tutti gli italiani.

Una manifestazione che coincide con la città che è apparsa imbandierata con molti tricolori, soprattutto nel centro storico. Una scelta su cui interviene, con un commento discutibile, l’assessore leghista Fabio Binelli, che sulla sua pagina Facebook scrive: “Che tristezza. Il prefetto, rappresentante del governo romano, ha disposto l’imbandieramento della città di Varese in occasione del centesimo anniversario della dichiarazione di guerra dell’Italia contro l’alleato Austria-Ungheria, aggredito alle spalle in un momento in cui era già impegnato su due fronti militari, quello russo e quello serbo”.

Continua Binelli: “La decisione di Vittorio Emanuele III e del pugliese Antonio Salandra di violare i trattati di alleanza provocò 3 anni di guerra, più di un milione di morti e altrettanti mutilati, l’occupazione militare italiana di terre e popoli che da secoli, quando non da millenni, erano fedeli all’Impero d’Austria. Cosa c’è da festeggiare? Preghiamo, in silenzio, per i morti causati da quegli sciagurati”.

A stretto giro di posta interviene il consigliere comunale di Sel, Rocco Cordì, che chiede al sindaco Fontana di chiarire la sua posizione sull’intervento di Casa Pound in piazza Repubblica e sulle dichiarazioni dell’assessore Binelli.

23 maggio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, Polemica sul 24 Maggio tricolore, l’assessore Binelli: che tristezza

  1. Gerva il 24 maggio 2015, ore 22:50

    BINELLI NON CONOSCE LA STORIA. ” Violare i trattati….. ” peccato che il trattato con Austria Ungheria e Germania riguardasse solo ipotesi di subite aggressioni. Ma FU l’Austria ad aggedire la Serbia tant è vero che Vienna non informo’ neppure Roma, giustamente, trattandosi di dichiarazione di Guerra da parte di Vienna e quindi il trattato. in caso di attacco austro ungarico e dei tugnitt di Berlino, che vogliono sempre la guerra e regolarmente LE PERDONO, non aveva valore-

  2. roberto molinari il 25 maggio 2015, ore 09:08

    A fronte delle dichiarazione dell’esponente di primo piano della Giunta Fontana, l’Assessore Binelli, mi chiedo cosa ne pensi il vicesindaco Morello e tutti gli altri componenti “moderati” di questa alleanza politica ormai al capolinea….

    Roberto Molinari

Rispondi

 
 
kaiser jobs