Varese

Varesini brava gente? Giannantoni racconta la Shoah allo Scopricoop

Calogero Marrone, proclamato Giusto tra le Nazioni

Calogero Marrone, proclamato Giusto tra le Nazioni

Universauser Varese ha organizzato un’interessante conferenza dal titolo “Varesini brava gente? 1943-1945. La Shoah in città e lungo la frontiera italo-svizzera, repressione e solidarietà”.

Protagonista dell’incontro sarà lo storico varesino Franco Giannantoni, che interverrà sul tema spinoso martedì 26 maggio alle ore 17.30, presso lo Spazio Scopricoop in via F. Daverio 44 a Varese.

La repressione della comunità ebraica fu spietata. Fascisti della RSI e tedeschi della guardia di frontiera diedero il via ad una serrata caccia fra le strade di Varese e lungo i confini. Seguirono le razzie. Centinaia di fuggiaschi, catturati, dopo una sosta nelle carceri dei Miogni, finirono ad Auschwitz. Non ci fu pietà nè per i vecchi nè per i malati negli Ospedali.

Sequestri e confische dei beni poterono avvenire per la denuncia degli amministratori ariani. Ls Shoah fu “italiana”. Alla fine della guerra essa fu dimenticata. Una colpa tragica per essere ammessa in un Paese che rinasceva in gran parte sull’ossatura burocratica e politica fascista e prefascista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

20 maggio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs