Varese

Varese, Casa Museo Pogliaghi, tre concerti davanti a porta del Duomo

Casa Pogliaghi

Casa Pogliaghi

Dopo il successo della prima edizione, la Casa Museo Lodovico Pogliaghi torna a proporre un ciclo di tre concerti primaverili che vogliono rendere omaggio al poliedrico artista e collezionista Lodovico Pogliaghi.

L’organizzazione dell’evento è stata possibile grazie all’impegno di Fondazione Pogliaghi, Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Archeologistics e Associazione Cameristica di Varese e al sostegno economico di Lamberti group chemical specialities. I tre concerti – la cui direzione artistica è stata affidata a Chiara Nicora – si terranno la domenica mattina alle 10,45 nei mesi di maggio e giugno. Il ciclo di concerti verrà introdotto dal Maestro Roberto Andreoni in occasione del primo appuntamento.

Il programma indaga il rapporto tra arti figurative e musica: ogni appuntamento mette in relazione i brani musicali eseguiti con una preziosa lavorazione artistica, dall’intarsio alla miniatura, dal cesello alla scultura. Al pubblico vengono proposti piccoli quadretti musicali da gustare nella suggestiva cornice dell’Atelier della casa museo, di fronte agli splendidi gessi della porta centrale del Duomo di Milano.

Il primo appuntamento è domenica 24 maggio con le Miniature del pianista e compositore Ruggero Laganà e con la partecipazione della violinista Giorgia Righetti. Il concerto prevede una selezione di fughe tratte da The POP ART of the fugue, raccolta di noti motivi musicali reinterpretati da Ruggero Laganà, con intermezzi di D. Shostakovich.

Programma

D. Shostakovich, Preludio in Do maggiore (op 87 n. 1)

R. Laganà, Fughe da The POP ART of the fugue: Solo me ne vo’ per la città, Do minore (a 4 voci); Grazie dei fiori, Do minore (a 4 voci); Gymnopedie, Re maggiore (a 3 voci)

D. Shostakovich, Preludio in Re maggiore (op 87 n. 5)

R. Laganà, Rach 3, Re minore (a 4 voci); Walzer di Musetta, Mi maggiore (a 4 voci); Fra’ Martino, Fa maggiore (a 3 voci); A taste of honey, Fa minore (a 4 voci, con alcune licenze)

D. Shostakovich, Preludio in Fa diesis minore (op 87 n. 8)

R. Laganà, Andante K 488 Mozart, Fa diesis minore (a 4 voci); Lady Jane, Sol maggiore (a 4 voci); Moon river, Sol minore (a 4 voci)

D. Shostakovich, Preludio in Sol minore (op 87 n. 22)

R. Laganà, Passacaglia, Sol minore (a 4 voci); Tanti auguri a te, La maggiore (a 4 voci); Gracias a la vida, La minore (a 4 voci); What a wonderful world, Si bemolle maggiore (a 4 voci); Schindler List, Re minore (a 5 voci); I will always love you, La maggiore (a 5 voci)

Ruggero Laganà

Compositore e concertista, è docente al Conservatorio Verdi di Milano di Armonia e Tastiere storiche. Ha vinto numerosi concorsi internazionali di composizione e clavicembalistici con esecuzioni nei più importanti festival di musica contemporanea del mondo. Due sue opere sono state date a Milano (Piccola Scala, 1982; Piccolo Teatro, 1992). Ha tenuto più di mille concerti di musica barocca e contemporanea solistici o con musicisti e orchestre di fama internazionale. Ha realizzato CD e DVD con Amadeus, Stradivarius, FonitCetra e registrazioni radio e TV in tutto il mondo.

Domenica 14 giugno è il turno di Quadri in esposizione con musiche di R. Schumann, C. Debussy e M. P. Musorgskij eseguite a quattro mani dai pianisti Chiara Nicora e Ferdinando Baroffio.

Programma

R. Schumann, Bilder aus Osten (scene dall’est) op. 66

C. Debussy, Petite suite: En bateau Andantino; Cortège Moderato; Menuet Moderato; Ballet Allegro giusto

M. P. Musorgskij, Quadri di un’esposizione: Promenade; Lo gnomo; Il vecchio castello; Tuileries (Litigio di fanciulli dopo il gioco); Bydło; Balletto dei pulcini nei loro gusci; Samuel Goldenberg e Schmuÿle; Promenade; Limoges, il mercato (La grande notizia); Catacombe (Sepolcro romano); La capanna sulle zampe di gallina (Baba-Yaga); La grande porta (Nella capitale Kiev)

Chiara Nicora

Si diploma in pianoforte e in clavicembalo a pieni voti. Svolge attività concertistica sia come pianista che come cembalista collaborando con vari gruppi e orchestre da camera quali Milano Classica, I Solisti di Pavia, l’Ensemble concertante d’archi della Scala, l’Orchestra Verdi, I Pomeriggi Musicali, con cui ha suonato in varie città italiane ed estere anche in qualità di solista. Ha inciso per le case discografiche Bongiovanni, Map e Frame, Brilliant. Si è laureata con lode al DAMS in musicoterapia. È docente presso il Conservatorio di Piacenza.

Ferdinando Baroffio

Diplomato al Conservatorio di Milano, partecipa al corso di perfezionamento triennale dell’Accademia Marziali di Seveso e alla Maisterklasse di pianoforte al Conservatorio di Berna. Classificato ai primi posti in numerosi concorsi nazionali ed internazionali svolge attività concertistica in Italia e all’estero suonando, sia come solista che in formazioni cameristiche, per prestigiose Associazioni Musicali. Collabora con produzioni teatrali realizzando musiche originali di scena per vari spettacoli. Ha scritto le musiche per la serata-evento per la celebrazione dell’anniversario della Costituzione italiana nella Sala dei 500 di Palazzo Vecchio a Firenze alla presenza del Capo dello Stato in diretta su Rai1. È docente di pianoforte presso la Scuola Media Anna Frank.

Il duo pianistico Nicora-Baroffio è attivo dal 1993 e ha tenuto vari concerti in Italia e all’estero.

Il ciclo si chiude domenica 21 giugno con Le variazioni Golberg: la perfetta scultura di Magdalena Baczewska al cembalo e fortepiano con musiche di J.S. Bach.

Programma

J.S. Bach, Variazioni Golberg BWV 988

Aria

Variazione 1, Variazione 2

Variazione 3 (Canone all’Unisono)

Variazione 4, Variazione 5

Variazione 6 (Canone alla Seconda)

Variazione 7 (Al tempo di Giga)

Variazione 8, Variazione 9 (Canone alla Terza)

Variazione 10 (Fughetta)

Variazione 11, Variazione 12

Variazione 13, Variazione 14

Variazione 15 (Canone alla Quinta, Andante)

Variazione 16 (Ouverture)

Variazione 17, Variazione 18 (Canone alla Sesta)

Variazione 19, Variazione 20

Variazione 21 (Canone alla Settima)

Variazione 22 (Alla breve)

Variazione 23, Variazione 24 (Canone all’Ottava)

Variazione 25, Variazione 26

Variazione 27 (Canone alla Nona)

Variazione 28, Variazione 29

Variazione 30 (Quodlibet)

Aria da Capo

Pianista e clavicembalista, è vincitrice del Concorso Pianistico Mieczyslaw Munz del Concorso Pianistico Chopin a New York e del Dorothy MacKenzie Recognition Award. I suoi concerti, acclamati come “eloquenti e tecnicamente impeccabili” (The Washington Post), sono stati in onda su stazioni radio in tutta l’America e sulla radiotelevisione europea. È docente alla Columbia University e Direttore del Programma Musica Performance. Ha insegnato al Mannes College di New School for Music, al John J. Cali School of Music, alla Montclair State University, alla Manhattan School of Music, al Concordia Conservatory, all’International Keyboard Institute e al New York Piano Festival. Critico musicale affermato, ha pubblicato sul New York Concert Review. Ha ricevuto inoltre l’ Outstanding Achievement Award dal Ministro polacco della Cultura.

L’ingresso al museo in occasione dei concerti sarà di €10 a persona (gratuito per bambini fino a 12 anni). Saranno disponibili visite guidate alla casa museo (incluse nella tariffa) prima e dopo il concerto.

Dal sito della società Archeologistics è possibile acquistare preventivamente i biglietti e riservarsi un posto ai concerti. È inoltre possibile acquistare l’abbonamento che permette di accedere ai tre concerti alla tariffa scontata di €25.

17 maggio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs