Varese

Varese, Sesto Festival Filosofia, come per Platone si ragiona cenando

La presentazione del Festival

La presentazione del Festival

È in programma nell’Aula Magna di via Ravasi 2, a Varese, nei giorni venerdì e sabato, 15 e 16 maggio, a partire dalle ore 9, il sesto Festival della Filosofia del Progetto Giovani Pensatori, dedicato quest’anno al tema: Filosofia, scienza e beni comuni.

Sono seicento i Giovani pensatori presenti nelle due giornate del Festival e rappresentano le migliaia di studenti di Varese e provincia, e non solo, che, a vario titolo, hanno partecipato nell’ultimo anno scolastico alle attività del Progetto Giovani Pensatori, ideato e promosso dal Centro Internazionale Insubrico Cattaneo Preti dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Sono tante le novità dell’edizione 2015 del Festival: innanzitutto le giornate del Festival raddoppiano, proprio per consentire a tutti i ragazzi coinvolti nel progetto di presentare i risultati del lavoro svolto con gli insegnanti; quindi – a cavallo tra le due giornate – è prevista la prima “Cena Filosofica”, pensata come un gustoso momento di aggregazione e di svago, a base di prodotti locali, organizzata in collaborazione con l’Istituto De Filippi di Varese e il Liceo Classico Cairoli di Varese; per la prima volta, inoltre, vi è il coinvolgimento di Istituti superiori al di fuori del territorio varesino: il Liceo Scientifico Statale “Archimede” di Acireale, provincia di Catania, che sarà in video-collegamento per una parte di lavoro svolto insieme sul tema dei “beni comuni”, e i Licei classici e scientifici di Desio; mentre, nel corso della mattina di sabato, scuole primarie dell’Alto milanese e di Verbania saranno in Aula Magna insieme ai giovanissimi pensatori varesini.

«Le performances di quest’anno sono moltissime e su temi vari: si va dai filmati, al laboratori sulla legalità, dai balletti alle recite, dall’approfondimenti di testi classici, agli interventi di ricerca sugli archivi del Centro Internazionale Insubrico, come l’archivio dei “laghi varesini”» dichiara il professor Fabio Minazzi, direttore del Centro Internazionale Insubrico. «Ancora, in omaggio a EXPO, si parlerà (e si mangerà, sia nei coffe break che alla cena filosofica) di cibo sostenibile. Lo spirito di questo progetto rimane comunque inalterato perché con tutti questi vari interventi, svolti nel corso di un anno di studio, si vuole sempre mettere in moto il cervello degli studenti aiutandoli, maieuticamente, a ragionare autonomamente».

La professoressa Marina Lazzari, del Centro Internazionale Insubrico, aggiunge: «I giovanissimi pensatori del Progetto bambini hanno portato avanti una riflessione sull’importanza degli archivi e sulla dimensione estetica, sulla matematica come sulla legalità; sulle emozioni e “sul gioco della filosofia”. Infine va segnalata anche quest’anno la partecipazione diretta di bimbi e giovani diversamente abili, il che costituisce un altro aspetto qualificante e assai originale di questo progetto a livello nazionale» conclude Lazzari.

Venerdì 15 maggio 2015, alle ore 20.00, nella sede dell’Istituto Alberghiero “De Filippi”, via Brambilla 15, Varese, è in programma la Cena filosofica “I beni comuni essenziali, filosofia a tavola” iniziativa organizzata nell’ambito della sesta edizione del Festival della Filosofia, del progetto dei Giovani Pensatori.  Il menù è a base di prodotti tipici locali, sono previste varianti per vegetariani e per bambini. Dalle ore 19,30 è previsto anche un laboratorio di cucina creativa dal vivo per bambini. Il costo di partecipazione alla Cena filosofica è di 15 euro per studenti; 18 euro per personale docente e non docente, e familiari dell’Università dell’Insubria e del Progetto dei Giovani pensatori; ospiti esterni 25 euro. (Per partecipare all’iniziativa è necessario prenotare entro il giorno 13 maggio 2015, scrivendo o telefonando a: Marina Lazzari, marina.lazzari©uninsubria.it, tel. 0332-218752; Veronica Ponzellini, veronica.ponzellini©uninsubria.it, tel. 0332 218751; oppure, segreteria©istitutodefilippi.it, tel. 0332 286367).

Nella prima giornata del Festival saranno coinvolti gli Istituti Superiori cittadini: Liceo Classico Cairoli, il Liceo Economico Sociale, il Liceo Linguistico, il Liceo delle Scienze Umane Manzoni, il Liceo Scientifico Stein di Gavirate, l’ISISS Daverio-Casula, l’IIS Keynes di Gazzada e l’Istituto Alberghiero De Filippi insieme al Liceo scientifico Majorana di Desio. Una connessione on line vedrà la partecipazione virtuale degli studenti del Liceo Scientifico Statale Archimede di Catania.

Sabato 16 maggio, invece, i protagonisti saranno i giovanissimi pensatori delle Scuole dell’Infanzia di Bodio Lomnago, di Verbania Trobaso, delle Scuole Primarie di Voltorre (Istituto Comprensivo Statale Carducci di Gavirate), di Varese (Fermi dell’Istituto Comprensivo Statale Dante Alighieri, Bosco dell’Istituto Comprensivo Statale Silvio Pellico) e delle Scuole Secondarie di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo Statale Silvio Pellico di Varese.

Per approfondimenti: http://www.dicom.uninsubria.it/centrocattaneopreti http://www.facebook.com/giovani.pensatori.

 

13 maggio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs