Varese

Varese, I Ruggenti Anni ’20 al Santuccio con un burlesque da urlo

Santuccio Anni Venti (3)Per la festa del Teatro Santuccio l’anfiteatro di via Sacco ha accolto una festa in perfetto stile “Roaring Tweinties”, i ruggenti anni Venti, gli anni dell’età del jazz e del Grande Gatsby. Anni di grande creatività e grande allegria, che al Santuccio sono stati evocati con musica, immagini, balli e…un bellissimo burlesque. A lanciare la serata Fausto Caravati, in gessato e papillon.

Mentre scorrevano le immagini di Fritz Lang e di Charlotte, sul palco del Santuccio un djset diffondeva musica d’epoca, pur rielaborata in sonorità innovative. A curare l’aspetto musicale della serata è stato l’Electroswing-Charleston-Manouche di Torino, che ha consentito di ascoltare una grande cantante jazz come l’ottima Giulietta Passera, una lunga serie di esperienze culturali all’estero e diverse esperienze di ricerca musicale alle spalle: al Santuccio ci ha regalato gorgheggi, swing profondo, variazioni vocali su base musicale e campionature varie.

Una serata che ha iniziato a prendere quota grazie al ballo e alle melodie, ma soprattutto ai costumi che uomini e donne hanno indossato per la serata.

Nel cuore della festa un simpatico e ben riuscito burlesque con due bravissime interpreti del nostro territorio: Lily Ludique (al secolo Carlotta Cannata) si è esibita su un super-classico interpretato dall’indimenticabile Quartetto Cetra, “La più bella sei tu”.  Subito dopo si è esibita Blue Velvet (il suo nome è Viola Azzolin), che con freschezza e ironia si è esibita nella festa del Santuccio. Entrambe si esibiranno il 10 maggio all’Arlecchino di Vedano Olona.

FOTO

3 maggio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs