Regione

Regione, Cattaneo: sui cristiani perseguitati un silenzio colpevole

Il presidente Raffaele Cattaneo

Il presidente Raffaele Cattaneo

“Non si puó tacere di fronte alla persecuzione in atto nei confronti dei cristiani nel mondo. C’è un silenzio colpevole su questa immane tragedia e sono necessarie, dunque, iniziative come quella organizzata oggi da Regione Lombardia” è il commento del Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo.

Cattaneo questa sera parteciperà all’evento, promosso dall’assessorato alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini, di solidarietà nei confronti dei cristiani perseguitati nel mondo.

Continua Cattaneo: “Chi  colpisce il cristianesimo colpisce anche l’occidente. L’occidente non può rimanere inerme di fronte a questi fatti, in primo luogo perché l’attacco è rivolto alle radici della nostra cultura e ai valori della nostra civiltà. Non riconoscere questo è un atteggiamento miope, incapace di guardare alla realtà perché accecato da una strisciante ideologia anticristiana che purtroppo è sempre più diffusa”.

Cattaneo ha inoltre aggiunto che: “Per questo motivo ci riempie di responsabilità, oltre che di immensa gratitudine, il messaggio di sostegno da parte del Papa e dell’arcivescovo di Milano Scola, a questa iniziativa di oggi, segno evidente che c’è bisogno di momenti che sollevino questo inconcepibile velo di indifferenza rispetto al tema”

2 maggio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs