Varese

Varese, Primo Maggio, Cgil, Cisl e Uil insieme in piazza: solidarietà e dignità del lavoro

Primo Maggio 2015 (17)Un lungo corteo si è svolto, nella mattinata, a Varese per celebrare il Primo Maggio, festa dei lavoratori con il titolo “La solidarietà fa la differenza”. La manifestazione, promossa e organizzata da Cgil, Cisl e Uil di Varese, si è snodata sotto una pioggerellina persistente da piazza Repubblica, dove si sono concentrati i partecipanti, fino a piazza Monte Grappa e, passando per Corso Matteotti, la conclusione è avvenuta in piazza Podestà.

Sul palco di piazza Podestà, ad attendere sindacati e lavoratori, la band folk-rock Trenincorsa, che ha proposto diversi pezzi. La piazza si è presto riempita con bandiere e striscioni di Rsu e aziende del territorio. Diversi gli esponenti dei partiti presenti in piazza (nessun esponente della giunta comunale di Varese), poche le bandiere politiche. Non mancava neppure qualche gonfalone dell’Anpi.

Numerosi gli interventi prima di arrivare all’intervento conclusivo di Elena Lattuada, segretario generale della Cgil della Lombardia. Si è partiti con Matteo Berardi, Rsu Whirlpool, che ha attaccato il governo “non conosce la parola solidarietà”. Duro con le scelte che riguardano i pensionati sale sul palco Mariuccio Bianchi, della Federazione nazionale Pensionati della Cisl.

Da parte di Luigi Tripodi, Uil trasporti, fa riferimento ai tagli nei confronti dei trasporti, un settore “che da otto anni non vede rinnovare il contratto nazionale”. “Vorremmo che lo sforzo straordinario di Trenord per Expo (per cui un varesino arriva a Milano arriva in 38 minuti, diventi la normalità”, ha detto ancora Tripodi. Perplessità anche sul futuro di Malpensa come Cargo. E’ intervenuta anche Chiara Cola, della Uilm alla Whirlpool.

Lionel Ebanazar intervenuto a nome di tutti gli immigrati ha chiesto alla piazza di osservare un minuto di silenzio per ricordare i migranti morti in mare.

A chiusura della giornata ha preso la parola Elena Lattuada, segretario generale della Cgil della Lombardia, prima volta presente a Varese. Dalla Lattuada una forte riaffermazione della “dignità del lavoro” e del “rispetto di tutti, lavoratori, giovani, precari”. “La nostra modernità – ha continuato la Lattuada – è fatta di lavoro dignitoso, libertà delle persone, lavoro privato e pubblico”. Anche Expo, per Lattuada, può essere un importante appuntamento se è in grado  di “riaffermare il valore del lavoro”. Infine importante sottolineatura della presenza unitaria del sindacato a Varese. “Buon Primo Maggio, compagni e compagne!” ha concluso la Lattuada.

 

 

FOTO

1 maggio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Primo Maggio, Cgil, Cisl e Uil insieme in piazza: solidarietà e dignità del lavoro

  1. Cgil, Cisl e Uil a Varese per il 1 maggio, la rassegna stampa il 5 maggio 2015, ore 10:48

    […] Leggi articolo/2 […]

Rispondi

 
 
kaiser jobs