Varese

Varese, Galparoli e Longhin contro l’accoglienza degli stranieri

stranieriDal 1 maggio 2015, festa del lavoratore, inizierà il servizio di accoglienza per circa 500 cittadini stranieri che verranno smistati in diverse strutture della nostra provincia con la relativa gestione dei servizi connessi quali: erogazione dei tre pasti principali; fornitura di beni quali vestiario e prodotti per l’igiene personale; erogazione “pocket money” nella misura di € 2,50 pro-capite/pro-die per sigarette, giornali, snack ecc.; tessera ricarica telefonica di € 15,00 all’ingresso. Il costo pro-capite giornaliero per straniero sarà di € 35,00 fino al 31/12/2015 per un costo totale di € 4.287.500,00.

La solidarietà verso il prossimo è condivisibile ma mai come oggi queste risorse dovrebbero essere utilizzate a favore dei nostri concittadini per una politica sociale rivolta alle famiglie ed alle persone in difficoltà economica.

Ogni straniero accolto sul nostro territorio ha un costo per lo stato di mille e passa euro al mese, mentre ci sono anziani e disoccupati che percepiscono la metà di tale importo e che faticano a sbarcare il lunario.

E’ inconcepibile che gli italiani siano considerati cittadini di serie B rispetto agli immigrati. Quello che chiediamo è pari dignità e uguale trattamento economico. Lanciamo quindi una campagna: “sono italiano e voglio anch’io 35 euro al giorno”.

Piero Galparoli Capo gruppo Liberi per la Provincia

Giuseppe Longhin Capo gruppo Lega Nord

 

 

28 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs