Lavena Ponte Tresa

Lavena Ponte Tresa, A Zichichi il premio intitolato a papa Zosimo I°

Da sinistra gigi, Roncoroni ed Esposito

Da sinistra Cropanese, Roncoroni ed Esposito

Un riconoscimento intitolato a San Zosimo I° Romano Pontefice, grande avversario di eresie vissuto nel quinto secolo, sarà conferito allo scienziato di fama mondiale Antonino Zichichi sabato 9 maggio alle ore 21 a Lavena Ponte Tresa, nella chiesa parrocchiale SS. Crocifisso. Si tratta di una preziosa targa che viene attribuita dall’associazione Reatium, per la terza edizione della manifestazione.

Questa mattina il premio è stato presentato dal sindaco di Lavena Ponte Tresa, Pietro Vittorio Roncoroni, dall’assessore comunale alla Cultura, Francesco Esposito, e dal presidente dell’associazione promotrice, Stefano Cropanese.

Già personaggi autorevoli hanno ricevuto il premio intitolato al papa calabrese: tra questi i cardinali Salvatore De Giorgi, arcivescovo emerito di Palermo, ed Angelo Scola, arcivescovo di Milano, oltre a suor Maria Gloria Riva e all’artista Simona Atzori. Il riconoscimento consiste in una targa d’argento a bassorilievo realizzata dallo scultore Carlo Cistaro, in cui si legge che Zosimo I° nacque a Reatio, oggi  Mesoraca, città gemellata con Lavena Ponte Tresa.

Come sottolinea il presidente Cropanese, “vogliamo valorizzare questa grande figura ecclesiale, incoraggiati dal cardinale Angelo Scola, unendo tre personaggi: Zosimo I°, Sant’Agostino, che il papa conobbe e da cui ebbe un aiuto per combattere gli eretici, e Sant’Ambrogio, che convertì Agostino”.

Oltre al premio a Zichichi, verranno consegnati attestati a persone del territorio che si sono distinte per meriti sociali e culturali, come Don Gianni, parroco di Cadegliano Viconago, missionario in Uganda.

 

27 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs