Varese

Varese, Teatro Santuccio, parte la festa nell’antica “fossa dei leoni”

IMG_8555Un itinerario attraverso le architetture degli anni Venti di Varese ha portato una cinquantina di persone “alla scoperta della città dimenticata”. L’iniziativa, organizzata dal Teatro Santuccio, è stata condotta da una guida professionale, Simona Gasparini, che ha concluso il giro per le vie di Varese proprio al teatrino di via Sacco, dove una serie di fotografie appese ai muri documentavano lo stato di degrado del Santuccio prima del recupero.

La Gasparini ha ricordato come la struttura abbia dapprima ospitato la Casa del fascio, con tanto di busto di Benito, poi si sia trasformato in un teatro, poi abbia anche ospitato incontri di boxe. Era noto, ha sottolineato la guida, come “la fossa dei leoni”.

Introdotto da Fausto Caravati, che ha presentato la gestione del Santuccio da parte del Gulliver, una gestione che sta proseguendo da tre anni, è poi intervenuto Roberto Motta, che ha diretto i lavori di recupero della struttura teatrale. Molte le curiosità espresse dal pubblico presente in teatro.

L’iniziativa di oggi ha dato il via alla festa del Teatro Santuccio, un programma di appuntamenti ispirati agli anni del Liberty. Già a teatro sono state installate delle quinte che sono state realizzate, con immagini Liberty, da una terza classe del Liceo Artistico Frattini di Varese. Venerdì 1° maggio è in programma lo spettacolo “Variegato all’amore”, un’idea di Andrea Tibaldi (alle ore 21). Gran finale sabato 2 maggio con un party dal titolo “The Roaring Twenties”, un’iniziativa che contempla partecipanti in costume anni Venti. La serata vedrà anche un momento di Burlesque con Blink n’Smile.

 

26 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs