Varese

Varese, Scuole medie di San Fermo, la Shoah e la solidarietà verso gli ebrei

Don Piero Folli

Don Piero Folli

Un appuntamento a scuola per approfondire una delle grandi tragedie del Novecento, la Shoah. Un incontro importante, reso ancora più significativo per il legame con il nostro territorio provinciale.

Alle Scuole Medie di San Fermo di Varese, il 30 aprile alle ore 9, Franco Giannantoni, Angelo Monti e madre Regina Zocchi della Congregazione delle Ancelle di San Giuseppe, affronteranno il tema della Shoah e della solidarietà che si espresse fra il 1943 e il 1945 lungo i confini italo-svizzeri e in parte nella città di Varese.

Mentre la repressione toccò punte altissime con la fattiva collaborazione di prefetti, questori,, podestà, amministratori ariani di beni ebraici, una fitta e coraggiosa rete di sacerdoti di frontiera (Clivio, Saltrio, Viggiù, Voldomino, Ardena, Ponte Tresa ecc, ecc) e di varie “reti” laiche e religiose, da don Pietro Folli all’Oscar di don Natale Motta e don Aurelio Giussani, alla Delasem, dagli studenti universitari della Fuci alla struttura del Clnai di Giuseppe Bacciagaluppi di Caldé.

Particolare attenzione verrà riservata al capo ufficio Anagrafe del Comune di Varese Calogero Marrone “Giusto fra le Nazioni” assassinato a Dachau nel febbraio 1945, riuscì nell’impresa di sottrarre alla morte centinaia di ebrei giunti da ogni parte d’Italia per tentare di raggiungere la Svizzera. Una pagina poco nota che dovrebbe essere patrimonio conoscitivo delle giovani generazioni.

26 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs