Milano

Milano, Expo celebra l’architetto Mozzoni con la sua “Città Ideale”

Guglielmo Mozzoni

Guglielmo Mozzoni

L’architetto Guglielmo Mozzoni sarà ricordato a Milano per la sua “Città Ideale”, il progetto che lo reso famoso nel mondo, all’interno delle manifestazioni artistiche di Expo. Il 5 maggio alle ore 13 sarà inaugurato nell’atrio istituzionale su piazza Duca d’Aosta del grattacielo Pirelli lo spazio che ospiterà tre plastici del suo rivoluzionario progetto. La rassegna durerà sei mesi, il tempo concsso dalla Regione Lombardia.

Lorenzo Degli Esposti nel darne ufficialmente notizia ha ringraziato Vittorio Sgarbi che si é battuto per la riuscita dell’iniziativa culturale. Legato ad una forte amicizia con l’architetto Mozzoni, scomparso lo scorso luglio alle soglie dei 100 anni, Sgarbi era salito più volte a Villa Mozzoni di Biumo Superiore, garantendo il suo impegno per inserire l’avveniristico progetto della ”Città Ideale” neoi programmi di Expo.
Accanto ai tre plastici saranno esposti alcuni pannelli che raffiigurano alcune copertine di libri di questo intellettuale, straordinario disegnatore e fantasioso scrittore. La sezione plastici sarà visibile fino a luglio. Dal 10 settembre sarà aperta la Sezione Disegni nello spazio Eventi al primo piano del Piurelone.
Nella stessa giornata (ore 17) al 31° piano si svolgerà un Convegno di Studi nel corso del quale si dibatterà sulla fiugura del geniale artista varesino.

26 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Milano, Expo celebra l’architetto Mozzoni con la sua “Città Ideale”

  1. giancarlo angeleri il 26 aprile 2015, ore 17:10

    Gran bella notizia. E’ stato forse un personaggio scomodo ma provocatorio verso la verita’. Non dimentichero’ mai la sua “Beccaccia” dipinta per una parete esterna di Runo di Dumenza e voluta da un altro personaggio che andrebbe ricordato, Carlo Alberto Lotti, un grande!!! E come non dimenticare il “Viaggio attorno al mondo” che feci con lui, i suoi disegni e la sua ironia a Palazzo Verbania di Luino, grazie proprio a Lotti, negli anni Ottanta del secolo ahime’ scorso? Finalmente il ricordo

  2. alberto lavit il 29 aprile 2015, ore 15:57

    ottima iniziativa a ricordo di un grande. bravi

Rispondi

 
 
kaiser jobs