Varano Borghi

Varano Borghi, Serata per la Merini ricordando Vanni Scheiwiller

L'intervento di Romano Oldrini a Varano

L’intervento di Romano Oldrini a Varano

Grazie all’impegno dell’associazione VaranoLegge, presieduta da Cristina Chiroli, e in collaborazione con la Biblioteca comunale di Varano Borghi, si è svolta tra i libri una serata dedicata alla poetessa Alda Merini dal titolo “Anche la follia merita i suoi applausi“. Un omaggio alla poetessa dei Navigli (oltre che – pochi forse lo sanno – già cittadina onoraria di Varese) con immagini, riflessioni e ricordi.

Dopo avere riproposto alcuni spezzoni di intervista alla Merini realizzate dal giornalista Andrea Mollica, spazio alla riflessione. E’ stato Romano Oldrini, medico, poeta, presidente degli Amici di Piero Chiara, che ha ripercorso l’articolato percorso poetico e biografico della Merini, individuando tre fasi nella produzione della Merini: i primi versi, il volume “Tu sei Pietro” (1962), i versi di “La Terra Santa” (1984). Tre fasi diverse accomunate, come ha rimarcato Oldrini, da un costante anelito mistico, pur negato dalle parole della Merini. Lo stesso Oldrini ha documentato le sue considerazioni critiche con una serie di letture commentate.

La serata nella Biblioteca di Varano è proseguita con un reading di poesia dell’autrice milanese: si sono alternate Salima Martignoni, Mimma Salvadego e Sara Pennacchio, presidente dell’associazione Estro-Versi.

Al termine della serata una interessante testimonianza della professoressa Nada Nidoli, che ha evocato il lungo rapporto di amicizia e sostegno del poeta ed editore Vanni Scheiwiller. Nelle parole della Nidoli è tornata la figura di un editore appassionato dei libri e dei suoi autori, tra i quali anche Alda Merini. Un editore dal segno grafico inconfondibile, coraggioso e capace di sacrificare ogni altra cosa per pubblicare un libro.

19 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs