Varese

Varese città turistica? Sì, a stelle e strisce. I dati camerali

piazzamontegrappaAncor prima dell’avvio di Expo2015, il bilancio turistico varesino evidenzia risultati interessanti: sulla base dei dati Istat pubblicati su OsserVa, portale statistico della Camera di Commercio, nel 2014 sono infatti aumentati sia gli arrivi che le presenze, rispettivamente del 3,8% e del 3,6%. In altri termini, oltre 40mila persone in più rispetto al 2013 hanno scelto di giungere nella terra dei laghi, fermandosi una media di 1,7 giorni.

In ambito regionale, in termini di arrivi, Varese è la terza provincia per attrattività, dopo Milano (con oltre 6 milioni) e Brescia (con oltre 2 milioni). Seguono Como e Bergamo, mentre tutte le altre province sono sotto quota 500mila arrivi, a parte Sondrio con circa 700mila. Classifica simile nelle presenze, anche se Varese è superata da Como e Sondrio, che presentano appunto una permanenza media più lunga.

Tornando a Varese, il 44% degli arrivi 2014 proviene dall’Italia e il 56% dall’estero, in particolare, l’incremento maggiore si è avuto proprio nella componente straniera che è cresciuta, rispetto allo scorso anno, del 6,3%, mentre quella nazionale solo dello 0,8%.

Curiosa la composizione dei visitatori che nel 2014 vede il sorpasso degli statunitensi – al primo posto con quasi 75mila arrivi (6,7%) – sui tedeschi con 66mila arrivi (5,9%), mentre, in terza posizione, troviamo i cinesi (51mila pari al 4,6%). Negli ultimi cinque anni l’aumento maggiore è stato evidenziato dai turisti asiatici (+72%), soprattutto indiani, cinesi e coreani; sono poi aumentati quelli provenienti dalle Americhe (+47%) mentre l’Europa fa segnare un +28% e l’Italia si ferma a un +9%.

15 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs