Varese

Varese, Il medico volontario Azzalin (Cuamm) in partenza per la Tanzania

Dino Azzalin

Dino Azzalin

Nuovo viaggio del presidente CUAMM-Medici con l’Africa Varese dr. Dino Azzalin alla volta della Tanzania dove toccherà tre Ospedali due seguiti dalla ONG di Padova del CUAMM (Collegio Universitario Aspiranti Medici Missionari) come Tosamaganga e Iringa a circa 300 km da Dar el Salaam e l’altro a Nord della Capitale Dodoma, dove due Onlus (Sicomoro e Pamoya) sostenitrici dell’Ospedale di Ikelu in qualità di Medico Dentista, vorrebbero avere la possibilità di un supporto odontoiatrico per impegno futuro gruppo di APA (Amici Per l’Africa) che segue esclusivamente progetti dentistici e di cui Azzalin è il fondatore.

In alcuni Ospedali e Centri Sanitari della zona rurale della Tanzania vi è il CUAMM che sostiene anche attraverso i 23 gruppi di sostegno in Italia le varie progettualità all’interno di un programma di sviluppo e di miglioramento delle condizioni di salute locali. La Tanzania è un paese bellissimo con la sua perla Zanzibar, ma altrettanto povero dove il personale medico e sanitario nelle aree più interne del paese è molto più esposto ai rischi di chi vive o soggiorna in altre parti del paese.

Le strutture ospedaliere sono scarse e limitate ai grandi centri abitati ecco perché il CUAMM di Varese che ha appoggiato con grande successo in tre anni, il progetto di assistenza materno-infantile “Prima le mamme e i bambini” nell’Ospedale di Wolisso in Etiopia ora si rivolgono a una terra ancor più povera e bisognosa. Medici con l’Africa Cuamm opera in sintonia con le politiche nazionali e locali, con più di dieci cooperanti tra medici e amministrativi puntando a rafforzare il “distretto sanitario”, fondamentale unità amministrativa di raccordo tra dispensari, centri di salute e ospedali.

Nella regione di Iringa, il Cuamm si spende per migliorare la qualità dell’assistenza ostetrica e neonatale fornita dall’ospedale di Tosamaganga, dove l’anno scorso sono state effettuate 1.343 visite prenatali, 2.369 parti (+11% rispetto al 2012), di cui 797 cesarei 1,3% tasso di mortalità intraospedaliera (- 0,6 punti percentuali rispetto al 2012) 1,6% tasso di mortalità neonatale intraospedaliera (3,5% nel 2012). In questo tempo martoriato dalle lotte di religione e dal terrorismo, come il massacro in Kenya , la Tanzania è un esempio di civile convivenza tra cristiani, animisti, e musulmani che non hanno mai dato notizia di eccessi o di violenza così tristemente alla ribalta in questi ultimi giorni.

Da questo viaggio e dalle sue suggestioni il gruppo d’appoggio di Varese avrà un nuovo progetto da sostenere per i prossimi tre anni dove ciascuno sarà chiamato a fare il suo compito di volontario che è bene dirlo arricchisce più di quel che si dà.

10 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs