Varese

Varese, Bilancio approvato, vincitori e sconfitti nella battaglia in Aula

ConsigliocomunaleE’ bastata una sola seduta del Consiglio comunale di Varese (rispetto alle tre previste inizialmente) per appovare il bilancio preventivo e il piano delle opere triennale. Una sola seduta che si è conclusa attorno a mezzanotte con il sì al bilancio da parte di 18 consiglieri favorevoli e 14 contrari (tra questi ultimi anche il leghista Monti, che ha subito chiesto di correggere l’errore). Eppure non sono mancati i colpi di scena.

In particolare, attorno alle 22.2o, una pausa proposta dal presidente del Consiglio, il forzista Puricelli, al termine degli interventi generali e prima di affrontare gli emendamenti rimasti in piedi dopo l’esame degli uffici comunali, che avevano fatto decadere quasi metà degli emendamenti. Una pausa durata quasi 20 minuti per dare la possibilità alla maggioranza, con la presenza del sindaco Fontana, di trovare la quadra su alcuni emendamenti presentati da consiglieri di Forza Italia, con l’Udc Morello a fare da pontiere.

Si ripropone uno scontro all’interno del centrodestra con i forzisti che si smarcano: al centro dell’attenzione un emendamento firmato dal capogruppo di Liberi per Varese, Ciro Grassia, oltre che da due forzisti “ribelli” come Fabio D’Aula e Domenico Battaglia. Un emendamento che colpiva risorse a disposizione di assessori leghisti per dare vita ad un fondo di sostegno da 70 mila euro a rimborso Imu e Tasi per proprietari di immobili concessi in comodato d’uso gratuito. Non solo: qualche fibrillazione era legata ad un emendamento di Piero Galparoli e Giacomo Cosentino che chiedeva di cambiare le fonti di finanziamento per interventi relativi a Villa Mylius e ai giardini di quartiere. Un emendamento suggerito dall’assessore Santinon.

Al ritorno in aula, prendendo la parola, il sindaco Fontana garantisce che, a fronte del ritiro di quattro emendamenti, saranno trovate risorse diverse da quelle previste negli emendamenti. Superato l’ostacolo, la seduta corre veloce nell’esame degli emendamenti. Ma c’è chi ha vinto e chi ha perso nella battaglia degli emendamenti.

Duro lo scontro tra centrodestra e Pd, che non si è visto approvare nessun emendamento o ordine del giorno. Dunque, questa volta, nessun inciucio tra maggioranza e democratici:il consigliere Luca Conte è stato addirittura chiamato “gufo” dal capogruppo forzista per avere previsto conseguenze nefaste dall’approvazione del bilancio.

Bocciati anche gli emendamenti di Alessio Nicoletti, consigliere di Movimento Libero, sia quello relativo a realizzare la maxi-rotatoria a Largo Flaiano, un vecchio progetto rimasto nel cassetto, sia quello relativo alla sperimentazione del bosino, moneta complementare, che il Pirellone del leghista Maroni ha annunciato di guardare con simpatia. Ma il pollice verso è arrivato proprio dai 1xconsiglieri comunali leghisti, tranne il sindaco Fontana e i consiglieri Parravicini e Realini che hanno votato sì.

Per quanto riguarda il 5 Stelle Francesco Cammarata, se sono stati cassati dagli uffici sette emendamenti, è stato invece approvato un ordine del giorno relativo alla necessità di avere esperti per accedere ai finanziamenti europei.

Un buon risultato, invece, lo portano a casa i consiglieri Ncd che, pur all’opposizione, si sono visti approvare dalla maggioranza una serie di emendamenti: strategie pre-elettorali? Sono stati approvati un emendamento Ncd sulla conciliazione tra famiglia e lavoro, un emendamento sulla realizzazione di una corsia per la svolta continua a sinistra da via Trolli a via Corridoni, e un ordine del giorno sul quoziente familiare (sul quale, peraltro, si è astenuto l’intero gruppo del Pd). Ma il sì più eclatante è arrivato alla proposta di Ncd di trasferire il mercato da piazzale Kennedy a piazza Repubblica, dove si trovava già il compianto mercato coperto.

 

 

 

9 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Bilancio approvato, vincitori e sconfitti nella battaglia in Aula

  1. Carlotta Ossola il 9 aprile 2015, ore 22:40

    ma il tetto del parcheggio interrato regge il peso del mercato?

Rispondi

 
 
kaiser jobs