Varese

Varese avrà il suo Festival del Teatro. L’annuncio alla presentazione del Festival dei Talenti

Da sinistra Moffa, Longhini, Ungaro e Morello

Da sinistra Moffa, Longhini, Ungaro e Morello

Con un evento a metà tra happening e conferenza stampa, è stato lanciata ieri al Teatro Santuccio la terza edizione del Festival dei Talenti (la quarta se si considera anche la primissima Varese dei Talenti). Una presentazione con il patron Leandro Ungaro che, affiancato dal divertente Urbano Moffa, popolare volto di Zelig, ha illustrato ai tanti presenti novità, curiosità e progetti di una manifestazione che, iniziata in sordina, gode di una crescente attenzione da parte di pubblico e media.

Presentazione ad alta densità di politici, dato che al Santuccio sono intervenuti il vicesindaco Mauro Morello, in rappresentanza del sindaco Fontana, l’assessore alla Cultura del Comune Simone Longhini e anche il presidente del Molina, Christian Campiotti.

L’evento del Santuccio è stato un mix tra giovani talenti che si sono esibiti sul palco e informazioni sul festival stesso. Tra le voci ascoltate ieri si è potuta apprezzare ancora una volta l’elegante performance della bella e brava Marta Chinello, vincitrice della precedente edizione, e lo stile e la forza di Marco Muraro, che esordì a “Io canto” di Jerry Scotti. E, ancora, la band dei Maita (presenti Giliberto e Brognoli), la coppia formata da Simone Sottili e Michela Franco, Luca Re e I Sogni di Lucy. C’era anche Simone Tomassini, giovane ma con una lunga carriera alle spalle, con diverse collaborazioni prestigiose come quella con il mitico Vasco. Accanto a lui il mitico Antonio Aki  Chindamo, dell’Auditoria Records.

Quali le novità principali del festival organizzato da Vita Facile? Come evento di apertura lo spettacolo “Fire and Ice”, che si terrà il 17 maggio al Teatro Ucc di Varese, una bella storia ispirata a “Frozen”, che è stata definita “concerto danzato” realizzato dal Cfm di Barasso in collaborazione con Francesca Restuccia. Non dimentichiamo il coinvolgimento del Liceo Frattini per le scenografie, con il coordinamento dell’ottima Lara Bartoli. Il musical “Memory” sarà presentato, invece, il 14 giugno, sempre al teatro di piazza Repubblica di Varese.

Ma veniamo al festival, che, nonostante la sottolineatura di Ungaro che si tratta di una “vetrina”, ha tutto il gusto e l’adrenalina di una gara tra talenti emergenti. Dopo le selezioni in vari locali e in diverse piazze della provincia, il 4, 5 e 6 settembre, ai Giardini Estensi, finali del Festival dei Talenti. Poi il 6 e 7 novembre tornerà il “3° Festival della Danza” sempre al Teatro Ucc, e a dicembre sarà la volta dell’atteso “Galà del Festival dei Talenti”.

Tra le novità del festival, seguito ogni anno con attenzione da Simona Marcolini project manager, la questione del teatro: la recitazione, come performance individuale, rientra quest’anno nella categoria Arti Varie. Una novità che Ungaro ha spiegato rivelando di stare già progettando un nuovo Festival del Teatro (esattamente come è accaduto per la Danza). Dunque le categorie del festival sono Canto e Musica, e Arti Varie. Infine per quanto riguarda la categoria Canto e Musica sono presenti la sezione Cantautori ed Interpreti e la sezione Canto Cover.

 

 

 

 

9 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs