Varese

Varese, “Sociali” gli emendamenti al bilancio dei forzisti Cosentino e Galparoli

ConsigliocomunaleVareseI consiglieri forzisti di Varese, Giacomo Cosentino e Piero Galparoli dichiarano che “il valore della persona e gli interventi nelle periferie sono al centro dei principali emendamenti al bilancio comunale 2015, che abbiamo condiviso e presentato”.

“Siamo felici di essere riusciti a sostenere e presentare due emendamenti al bilancio comunale 2015 con alta valenza sociale ed ai quali dovrà, pertanto, seguire immediata applicazione subito dopo l’approvazione; siamo partiti dal presupposto che il valore della persona in quanto tale e la riqualificazione dei rioni più periferici sono temi centrali e non solo parole appartenenti al gergo politico.”. Queste le dichiarazioni dei Consiglieri Comunali di Forza Italia Giacomo Cosentino e Piero Galparoli i quali hanno condiviso e sostenuto l’emendamento n. 18, firmato dai gruppi Liberi per Varese e NCD,  ed hanno presentato, a loro volta, l’emendamento n. 41 al bilancio 2015 del Comune di Varese.

“Abbiamo condiviso con i colleghi di NCD la necessità di dare un aiuto economico finalizzato a favorire l’ingresso delle giovani donne nel mondo del lavoro e favorire le famiglie numerose; da questo pensiero è nato l’emendamento n. 18 che prevede l’istituzione di un fondo pari ad euro 70.000 euro finalizzato ad assegnare un contributo che va in questa direzione e che sarà assegnato alle famiglie richiedenti – con modalità e criteri da definirsi – il prossimo anno.”

Continuano i Consiglieri “l’emendamento n. 41, invece, è stato presentato direttamente da noi e prevede l’istituzione di un capitolo di bilancio, di quasi 200.000 euro, destinato alla riqualificazione/realizzazione di 3 parchetti rionali nelle zone più periferiche di Varese, inoltre, parte di questi fondi dovranno essere impiegati per l’acquisto di giochi adattati per bimbi disabili che, ad oggi, non possono usufruire dei parchi giochi presenti in Città; tale intervento prevederà anche opere accessorie che permetteranno, ovviamente, l’accesso dei bimbi disabili nei parchetti comunali, una sorta di “abbattimento preventivo” di barriere architettoniche. Ringraziamo la Giunta – ed in particolar modo l’assessore Santinon – che è riuscita, in extremis, a trovare la copertura economica a questo emendamento ed a consentirne la presentazione”.

8 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs