Varese

Varese, Provincia: avanti con Alptransit, ma occhio ad impatto ambientale

trenoA seguito dell’incontro in Regione avvenuto settimana scorsa sul progetto Alptransit, oggi pomeriggio Provincia di Varese, in qualità di coordinatore dei progetti ha riunito Sindaci, Rfi e Regione per verificare il cronoprogramma delle opere e definire le attività di coordinamento delle progettualità.

«L’incremento dei passaggi ferroviari che avverrà con la realizzazione di Alptransit – ha spiegato il Consigliere incaricato alla Viabilità Marco Magrini – creerà parecchie difficoltà ai comuni interessati dalla tratta in questione, che sono ben 29. Provincia di Varese da più di un anno sta lavorando in collaborazione con Regione e con i Comuni su questa delicata e importantissima questione. Settimana scorsa in Regione con l’Assessore Alessandro Sorte abbiamo ripreso il discorso e oggi a Villa Recalcati abbiamo fatto il punto della situazione dei progetti e iniziato a definire una serie di criteri possibili per arrivare a determinare le priorità di intervento».

Tra i criteri proposti vi sono: i benefici per la viabilità provinciale, l’interesse sovraccomunale, l’accessibilità al territorio dei mezzi di soccorso, l’entità del traffico veicolare che interessa il passaggio a livello, gli effetti positivi per i flussi turistici, il miglioramento dell’accessibilità e vivibilità dei centri abitanti, il rapporto dei costi/benefici e il numero di treni transitanti sul passaggio a livello.

«Alptransit – ha spiegato il consigliere incaricato ai Trasporti Valerio Mariani – significa, non possiamo dimenticarlo, sgravare il territorio provinciale dal traffico su gomma e incrementare quello su rotaia. Questo concetto deve però essere calato nel concreto e diventare un’opportunità sia sotto l’aspetto della mobilità, ma anche sotto il profilo dell’impatto ambientale. Ciò significa lavorare insieme al fine di ottenere la realizzazione di una serie di progettualità che vanno a ridurre concretamente i disagi che porta l’incremento dei passaggi dei convogli di Alptransit».

 

2 aprile 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs