Varese

Varese, “Spacca” Parsons Dance con l’energia pura degli otto ballerini

parsons danceTamburi dal ritmo tribale, luci che tagliano il palcoscenico spoglio, scene brevi, ma soprattutto il corpo, i suoi movimenti, il suo svettare solo in scena o intrecciandosi con altri corpi. Uno spettacolo, quello della Parsons Dance, che non permette un secondo di assenza, capace di afferrare l’attenzione del pubblico che ieri sera affollava il Teatro Ucc per l’attesa performance degli otto ballerini-atleti dello statunitense David Parsons, presente in teatro.

Una platea attenta alle coreografie semplici e potenti messe in scena. In platea anche ospiti di prestigio come Luca Missoni, autore di costumi della compagnia e in procinto di dare il via alla mostra gallaratese in occasione di Expo, Emma Zanella, direttrice del Maga,  Bambi Lazzati, direttrice del Premio Chiara. Ma anche molti giovani e giovanissimi accorsi al teatro di piazza Repubblica per applaudire la loro beniamina – peraltro assai pubblicizzata nel corso del tour della compagnia – l’ex stellina di “Amici”, Elena D’Amario.

Spettacolo post-modern, i ballerini della compagnia americana fondata a metà degli anni Ottanta hanno proposto una danza fortemente caratterizzata dalla contaminazione tra generi: una danza che è nello stesso tribale e street dance, virtuosismi e quotidianità metropolitana, soprattutto ritmo ed energia allo stato puro. Una danza che si muove sui confini tra musica e teatro, dato che le scene proposte sul palco in realtà raccontano stati d’animo e sentimenti con grande efficia e ottimi risultati estetici.

Un ritmo ossessivo – inframmezzato con frammenti di voci e melodie – che spinge in avanti tutto lo spettacolo, che ad ogni cambio di scena suscita un forte applauso del pubblico varesino, che nel calendario del teatro di piazza Repubblica si è potuto confrontare con scelte come questa capace di confrontarsi con il futuro dello spettacolo.

 

26 marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs