Varese

Varese, Pd: la città ha bisogno di cambio di passo. Serata con Ermini e Gadda

Da sinistra Gadda, Ermini e Galimberti

Da sinistra Gadda, Ermini e Galimberti

Una sala gremita del De Filippi ha ospitato un interessante confronto sulle riforme del Governo Renzi tra l’on. Davide Ermini (uno degli uomini più vicini a Renzi) e l’on. Maria Chiara Gadda. L’incontro è stato moderato da Davide Galimberti.

Le ultime rilevazioni economiche, dopo diversi anni, evidenziano una ripresa molto più marcata rispetto alle previsioni. Tali risultati economici che lasciano ben sperare per il futuro, secondo l’on. Ermini, sono il risultato delle prime importanti riforme messe in campo dal Governo Renzi: gli “80 euro” netti mensili in busta paga, il Jobs Act, la riduzione dell’IRAP per le imprese, la riforma dellagiustizia etc. L’on. Gadda ha illustrato le altre riforme, che magari hanno occupato meno la scena, ma altrettanto importanti e che hanno contribuito a lasciar intravedere i primi segnali di ripresa: banda larga, rientro dei capitali all’estero, riforma dei frontalieri, bonifiche, incentivi fiscali per gli interventi sul risparmio energetico).

In ordine al patto di stabilità cui gli enti locali devono sottostare, l’on. Ermini ha fatto presente che per quanto riguarda l’edilizia scolastica il Governo ha ridotto i vincoli consentendo ai comuni di investire in tale settore strategico e comunque gli enti locali hanno la possibilità, se vogliono, di realizzare opere d’interesse generale utilizzando altri strumenti che possono consentire la deroga al patto di stabilità (leasing e contratto di disponibilità). I Comuni non possono continuare a nascondersi dietro il dito dei tagli da parte dello Stato. La responsabilità se non fanno nulla è solo lora.

Secondo Davide Galimberti moderatore della serata per il PD cittadino “La città di Varese ha bisogno di una svolta amministrativa, un cambio di passo in grado di risvegliare le forze economiche e sociali affinchè, insieme alla guida amministrativa comunale, si attui quel risorgimento della città che i varesini si aspettano dopo anni di totale inesistenza amministrativa. Il PD varesino è pronto a declinare il riformismo del Governo anche a livello locale con le prossime elezioni comunali del 2016″.

Il riformismo locale che il PD vuole attuare amministrando il comune si traduce nel definire le vocazioni della città di Varese e riportarla ad avere un ruolo centrale delle dinamiche economiche, sociali e culturali e nel recuperare quel ruolo di “guida” politica nella e della nostra provincia. Varese ha il sogno  di aprirsi, di respirare aria nuova, anche internazionale perché noi siamo una porta, una porta da e  verso Milano, la capitale morale del Paese, ma anche una porta verso non solo la Svizzera, ma anche e soprattutto l’Europa.

22 marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs