Varese

Varese, A studio evoluzione malattie assegno Amici Università dell’Insubria

IMG_7595Uno studio per analizzare le malattie che hanno assillato il Varesotto nel passato, ma utile anche oggi per scoprire come il cambiamento delle condizioni e degli stili di vita influisca sull’incidenza di queste stesse malattie.

Affronterà questi temi lo studio che, sotto la guida del professor Giuseppe Armocida e nell’ambito del gruppo di ricerca di Antropologia e Paleopatologia, potrà svilupparsi grazie all’assegno da 15mila euro attribuito dall’Associazione Amici dell’Università dell’Insubria.

“Per il sesto anno consecutivo – sottolinea la presidentessa Nunzia Ronchi Minazzi – la nostra associazione contribuisce alla ricerca scientifica condotta dagli studiosi dell’Insubria con un assegno attribuito tramite bando. Il tema scelto quest’anno va nel passato, ma con le sue importanti implicazioni per la cura medica contemporanea. Un assegno che s’inserisce in un filone di valorizzazione del ruolo dell’università nel tessuto cittadino che vede la nostra associazione impegnata su diversi versanti: penso al contributo che garantiamo allo svolgimento delle Insubriadi, alla collaborazione nell’accoglienza delle matricole e al supporto che diamo nell’organizzazione di importanti convegni scientifici”.

Come ormai tradizione, anche questa volta l’assegno di ricerca viene attribuito nel nome di un personaggio che ha contribuito allo sviluppo e alla crescita dell’ateneo insubrico: “Quest’anno spetta a Nelson Cenci – continua Nunzia Ronchi Minazzi –. La sua è stata la figura di un grande medico, a lungo primario di otorinolaringoiatria e tra i primi professori della facoltà varesina. Nelson Cenci però è ricordato e ancora stimatissimo da tutti anche per le sue eccezionali doti umane, espresse in particolare come tenente degli alpini durante la campagna di Russia. Citato più volte come “Tenente Cenci” nel celebre romanzo di Mario Rigoni Stern “Il sergente nella neve”, è stato anche apprezzato scrittore, capace di raccontare la sua esperienza in volumi di narrativa e di poesia”.

L’assegno di ricerca verrà consegnato venerdì sera 20 marzo durante una cerimonia che si svolgerà nelle sale del Collegio “Carlo Cattaneo” nel campus universitario di via Dunant.

18 marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs