Varese

Varese, Nuove opere di Stella Ranza e Angelo Zilio al Cavedio

Da sinistra in prima fila Zilio e Ranza

Da sinistra in prima fila Zilio e Ranza

Mercoledì 18 marzo intorno alle 17,30 alla sede del Cavedio di via Cavallotti, gli artisti Stella Ranza e Angelo Zilio aggiungeranno due opere alla facciata del civico 9, già ospite della Leonessa di Samuele Arcangioli.

Tutto iniziò nel 2004 quando la parete venne inaugurata, su iniziativa del Cavedio, con il Leone di Arcangioli che veglia su via Cavallotti e due murales astratti di Gianluigi Sommaruga. Lo scorso anno, complici tempo e usura, gli astratti sono stati rimossi e il Leone sostituito dalla sopracitata Leonessa.

Protagonisti Stella Ranza e Angelo Zilio (artisti indipendenti anche Samuele Arcangioli, Vittorio D’Ambros e Riccardo Ranza). Stella Ranza proporrà un fregio a bassorilievo raffigurante un angelo, custode dei cieli e delle anime, realizzato in gres e cotto ad alta temperatura con antiche ricette di smalti giapponesi (shino e temnoku); Angelo invece un altorilievo che rappresenta un fauno, custode dei boschi e degli armenti, realizzato in refrattario e patinato con ossidi.

Alla presentazione di mercoledì 18 marzo parteciperà anche il sindaco Attilio Fontana che inaugurò nel 2004 i primi murales di Varese, a quel tempo in veste di presidente del Consiglio di Regione Lombardia.

 

16 marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs