Varese

Varese, Arriva il Lombardia Expo Tour. A Maroni auguri del premier Matteo Renzi

Gli auguri di Renzi a Maroni

Gli auguri di Renzi a Maroni

Dodicesima e ultima tappa del Lombardia Expo Tour a Varese. La kermesse di Regione Lombardia ha scelto la città giardino per tenere l’ultimo appuntamento per portare nelle varie province la grande Esposizione universale che aprirà il 1° maggio a Milano.

Una tappa finale che coincide anche con il compleanno del presidente della Regione, Roberto Maroni. “Oggi divento maggiorenne”, dice Maroni al suo arrivo a Palazzo Estense, cuore della manifestazione varesina organizzata dal Pirellone in collaborazione con Coldiretti. Prima di arrivare al convegno di Coldiretti, il gruppo dei Bosini in cortile e il coro Hebbel diretto da Marco Cadario sulle scale di Palazzo Estense fanno gli auguri in musica al presidente.

La prima parte della kermesse (nel pomeriggio si svolgerà la seconda parte) inizia con la tavola rotonda “Varese, Agricoltura e territorio crescono attraverso il made in Italy ed Expo”, che si svolge in un Salone Estense da sold out.

Numerose le autorità: parlano in apertura il sindaco di Varese Attilio Fontana, il presidente della Provincia Nicola Gunnar Vincenzi, il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo. “Va bene questa vetrina sul territorio – sottolinea Cattaneo -, fa conoscere alla gente l’Expo”. Continua Cattaneo: “Expo tiene insieme il tema dell’agricoltura, ma anche quello dell’energia, dell’ambiente, della green economy e della ricerca scientifica. Su tutti questi temi il locale ha molto da dire e mi sembra che Varese stia riuscendo bene a cogliere le opportunità di Expo, perché è riuscita a fare sistema grazie al lavoro di squadra di Comune, Provincia e Camera di Commercio”.

Parlano alla tavola rotonda Fernando Fiori, presidente Coldiretti Varese, Fausto Turcato, export manager; Dipak Pant, docente universitario; Ettore Prandini, presidente Coldiretti Lombardia, Fabrizio Sala, assessore con delega all’Expo di Regione Lombardia; Gianni Fava, assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia.

Al termine interviene Roberto Maroni, che ribadisce che Expo “sarà una grande occasione per la Lombardia”. “Noi – continua – avremo il nostro padiglione, dove metteremo in mostra tutte le bellezze della nostra regione, dove ci faremo conoscere al mondo”. “Ma sarà anche un luogo di incontro – ha concluso – per le persone, per le comunità e anche per chi vorrà stabilire rapporti commerciali e di business”.

Il confronto si chiude con l’inno della Lombardia composto da Mogol e Lavezzi, presenti in Salone Estense. Maroni si lascia andare e segue l’inno come se avesse una chitarra elettrica tra le mani. Al presidente, che compie 60 anni, arriva un super-cesto di delizie della Coldiretti, ma soprattutto arrivano gli auguri del premier Matteo Renzi. E’ il deputato Pd Daniele Marantelli che gli passa il cellulare con cui Maroni parla qualche minuto con il premier.

La mattina si chiude con un piccolo rinfresco al cioccolato organizzato dal Comune: una torta di Buosi attende Maroni, e ai partecipanti viene donata una scatola di cioccolatini realizzata dall’Enaip con l’immagine del Sacro Monte. Poi un buffet per tutti in Sala Matrimoni. Una festa popolare che, qualcuno sussurra, è riuscita meglio a Varese che in altre province.

 

 

15 marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs