Varese

Varese, “Digital Day”, la Camera di commercio rilancia la semplificazione

L'iniziativa in Camera di Commercio a Varese

L’iniziativa in Camera di Commercio a Varese

In occasione del “Digital Day” la Camera di commercio di Varese ha rilanciato oggi,  come del resto in tutta Italia, il tema della digitalizzazione dei rapporti tra imprese e Pubblica Amministrazione. Spesso non corre buon sangue tra queste due realtà: l’Italia è un Paese in cui le imprese devono fare i conti spesso con un eccesso di burocrazia e leggi. Per non parlare della pressione fiscale che si fa sempre più significativa, spesso impedendo una vera ripartenza dell’economia.

Puntare sulla semplificazione del rapporto tra imprese e Pubblica Amministrazione è già un passo avanti. Tra gli strumenti fondamentali la fatturazione elettronica, la firma digitale, la pec (posta elettronica certificata). Come è stato ribadito con chiarezza da Giacomo Mazzarino, dirigente Area Registro imprese, parlando della digitalizzazione del Registro delle imprese, “un passo che ha consentito di mettere a disposizione delle imprese nuovi prodotti e servizi, e soprattutto ci ha fatto spingere sull’acceleratore della semplificazione”.  Non solo: è possibile che il dialogo tra imprese e Pubblica Amministrazione diventi sempre più virtuale, “senza più code agli sportelli, con la possibilità per l’impresa di inviare comunicazioni con un semplice clic”, ha ribadito ancora Mazzarino.

Se in vista della partenza della fatturazione elettronica (31 marzo) le imprese si devono mobilitare, lo devono fare anche le pubbliche amministrazioni. Come è stato ricordato oggi in Camera di commercio a Varese sono oltre 80, rappresentativi del 70% delle imprese attive in provincia, gli enti locali convenzionati con l’ente camerale per informatizzare gli Suap (Sportello Unico delle Attività Produttive). Si tratta di una piattaforma che consente all’impresa di dialogare con gli enti locali via web.

A sottolineare i benefici della rivoluzione informatica è intervenuto anche Giovanni Zenga, Digital Champion di Albizzate, uno degli ottomila volontari che nei vari Comuni seguono questi processi offrendo consigli (a Varese è il direttore di Varesenews, Marco Giovannelli). Zenga ha rimarcato che la fatturazione elettronica porta ad un risparmio di attività manuali e materiali di consumo per 1 miliardo e mezzo annuo, oltre ad incrementare l’efficienza. Infine Francesco De Nigris, rappresentante di Infocamere, ha illustrato gli strumenti della pec e della firma digitale. Funzionari della Camera di commercio varesina hanno poi dimostrato come vengono utilizzati i dati raccolti grazie alla progressiva digitalizzazione degli atti relativi alle imprese, dai bilanci alle comunicazioni.

9 marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs