Varese

Varese, Via Gasparotto chiusa, pesanti disagi. Ecco i percorsi alternativi

img_4_5569Gli uffici dei Lavori pubblici hanno sollecitato l’ Anas per effettuare un sopralluogo e un intervento urgente con una squadra di tecnici e operai per effettuare i primi lavori di messa in sicurezza del cavalcavia autostradale.

«La chiusura del tratto di via Gasparotto tra viale Europa e viale Borri sta provocando pesanti ripercussioni sulla viabilità – ha detto il sindaco Attilio Fontana -: la polizia locale presidia tutto il comparto per cercare di rendere minori i disagi, ma purtroppo si tratta di un nodo viabilistico cruciale. Occorre quindi avere pazienza, e cercare di seguire i consigli per le vie alternative. Ci auguriamo un intervento tempestivo di Anas, e soprattutto che gli esiti del sopralluogo non siano troppo negativi, in modo da fare i lavori e riaprire al più presto il tratto ora chiuso».

La situazione più difficile è in uscita dalla città, lungo viale Europa, ma anche in centro sul ring via Copelli-via Sant’Imerio.

La polizia locale è presente ai vari incroci e deviazioni (da viale Borri a  largo Flaiano, da via Gasparotto a viale Europa) con 31 agenti, oggi pomeriggio ne saranno impegnati 28.

Sempre la polizia locale ha predisposto un piano di vie alternative, segnalando nello stesso tempo la chiusura del tratto sui tabelloni luminosi agli ingressi.

ALTERNATIVE

per chi proviene dall’Autostrada A8: uscite consigliate Gazzada per nuova tangenziale ed Azzate-Buguggiate per Lago di Varese SP1;

per chi proviene dal ponte di Vedano: imboccare tangenziale Est direzione IPER BELFORTE;

per chi sale da Viale Borri: imboccare Via Carnia (altezza via Adriatico) per poi dirigersi verso Ospedali – centro;

per chi arriva da Buguggiate -Azzate: dirigersi verso la SPI – Lago di Varese;

per chi arriva da Via Gasparotto (verso Ospedali): dirigersi in Viale Europa, poi Via Limido o Via del Nifontano e poi dirigersi verso gli ospedali;

per chi deve uscire dalla città, evitare il ring Copelli – S. Antonio – Bizzozero

6 marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs