Varese

Varese, Violenza sulle donne, in Provincia presentata indagine Ludes

Gli organizzatori del convegno a Villa Recalcati

Gli organizzatori del convegno a Villa Recalcati

Tema di drammatica attualità, la violenza sulle donne, che sarà considerato e analizzato in un’ottica innovativa: quella della criminologia. E’ l’obiettivo del convegno promosso dall’Università L.U.de.S., Libera Università degli Studi di Scienze Umane e Tecnologiche di Lugano, in collaborazione con La Consigliera di Parità della provincia di Varese, Luisa Cortese, con il titolo “La violenza sulla donna tra vita e lavoro – aspetti criminologici, culturali e mediatici”. Alla presentazione del convegno presente anche il presidente dell’università svizzera, Manuela Di Martino.

Il convegno si svolgerà venerdì 6 marzo, a partire dalle ore 14, nella sede della Provincia di Varese, presso la Sala Convegni di Villa Recalcati. “Un tema che ha sempre visto attiva la Provincia – dice la consigliera provinciale Laura Cavalotti -, e che negli ultimi anni ha registrato una vera escalation”. Un tema, aggiunge l’assessore a Famiglia e Persona del Comune di Varese, Enrico Angelini, “su cui è in corso un’esperienza importante di istituzioni e associazioni che lavorano in rete contro la violenza sulle donne e hanno dato vita ad un tavolo di confronto presieduto dal Prefetto Zanzi”.

L’evento che sarà ospitato in Provincia, spiega Raffaella Greco, responsabile Relazioni esterne dell’ateneo luganese – “parte da un’importante ricerca che è stata realizzata dall’Università L.U.de.S., che considera l’uomo come soggetto attivo di crimini. Gli esiti di questa ricerca saranno illustrati nel corso del convegno”.

Fabio Gabrielli, preside della Facolta di Scienze Umane presso la L.U.de.S., sostiene: “il nostro approccio non riguarda solo formule tecniche, ma un discorso complessivo che coinvolga varie discipline. Un approccio che ci fa guardare alla violenza sulle donne in termini fisici, come risentimento, come emarginazione”.

Conclude la Consigliera di parità, Luisa Cortese: “Il mio ufficio è particolarmente attento alle discriminazioni delle donne nel mondo del lavoro. Con la crisi sono aumentate le donne che si rivolgono a noi”. Un ufficio, continua la Cortese, che conosce incertezze: “Siamo allocati presso le Province, ma in futuro non sappiamo cosa possa accadere. Un dato di fatto è che i fondi per il mio ufficio relativamente a 2015, 2016 e 2017 sono stati tagliati dal governo”.

Al convegno, dopo i saluti istituzionali, sono in programma relazioni di Fabio Gabrielli, Preside della Facoltà di Scienze Umane; Andrea Carta, Ricercatore del Dipartimento delle Scienze Giuridiche e Sociali; Alessandro Bozzi, Ricercatore Dipartimento delle Scienze Giuridiche e Sociali; Sabrina Di Taranto, vice procuratore Procura di Varese; Enrico Angelini, Assessore alla persona, alla Famiglia e all’Università del Comune di Varese.

Seguirà una Tavola Rotonda con interventi di: Michel Venturelli, Criminologo; Gabriella Sberviglieri, Componente del Tavolo regionale antiviolenza; Angela Ronchini, Pres. Associazione Art. 51 – Democrazia Paritaria; Marino D’Amore, Ricercatore in Criminologia, giornalista (in videoconferenza da Roma).

La partecipazione al convegno offre crediti formativi a giornalisti ed avvocati grazie al riconoscimento dei due rispettivi ordini professionali.

 

2 marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs