Varese

Varese, Galparoli (FI) denuncia: spazio intitolato a marò resta lettera morta

I marò italiani

I marò italiani

Il consigliere comunale di Forza Italia, Piero Galparoli, torna sulla drammatica vicenda dei due marò italiani. E lo fa prendendo spunto dall’intervento odierno alla Camera del Ministro degli Esteri  Gentiloni il quale ricorda che i Marò, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, sono  trattenuti da più di tre anni in una situazione che rappresenta per il nostro Paese una  ferita aperta.

“Ricordo che il consiglio comunale di Varese – dichiara il forzista Galparoli – ha votato una mia mozione in data 4 luglio 2013 a sostegno dei due Marò in cui si chiedeva alla giunta di:  “intitolare uno spazio all’interno del Parco Zanzi al Reggimento San Marco, per  l’impegno e la dedizione da sempre dimostrati nelle missioni umanitarie compiute  sotto l’egida dell’ONU. Nella stessa mozione si esprimeva evidentemente il sostegno ai due militari oltre che dissenso per come il governo Indiano ha gestito fino ad oggi la vicenda”.

Ma Galparoli rimarca anche l’immobilismo della giunta: “Sono passati quasi due anni dalla approvazione della mozione, e l’intitolazione al  Reggimento è rimasta lettera morta. Credo sia importante che, prima della fine di  questo mandato, si proceda con sollecitudine alla realizzazione di quanto approvato  in Consiglio Comunale”.

27 febbraio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs