Ispra

Ispra, Taglio del nastro alla nuova caserma dei Vigili del fuoco

Foto di gruppo davanti alla caserma

Foto di gruppo davanti alla caserma

E’ stato attivato questa mattina lunedì 23 febbraio, il nuovo distaccamento dei vigili del fuoco di Ispra. La struttura finanziata con fondi europei nasce grazie all’accordo tra il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e il Centro Comune di Ricerca. La sede sorge su un’area di 4500 mq di cui 620 mq coperti e 3900 scoperti. La caserma vede l’impiego di tecnologie all’avanguardia sia in termini di funzionalità che di impatto ambientale.

I mezzi in servizio presso la nuova sede sono un’autopompa serbatoio, un fuoristrada, un fuoristrada con modulo antincendio e un’autovettura; di prossima assegnazione un gommone per potenziare il soccorso acquatico, vista l’adiacenza del Lago Maggiore. 26 i vigili del fuoco assegnati che ruoteranno su quattro turni, garantendo la presenza H24 di 5 unità . Il territorio di competenza è di 24 comuni :  Angera, Bardello, Besozzo, Biandronno, Brebbia, Bregano, Brenta, Cadrezzate, Caravate, Cittiglio, Cocquio Trevisago, Comabbio, Gemonio, Ispra, Laveno Mombello, Leggiuno, Malgesso, Monvalle, Osmate, Ranco, Sangiano, Taino, Ternate, Travedona Monate.

L’insediamento del nuovo distaccamento, oltre ad aver migliorato la copertura territoriale nell’ambito del soccorso, migliorando i tempi d’intervento, costituisce la prima realtà nazionale di interfaccia diretta tra il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ed il Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea con il fine di creare un “Centro di Eccellenza” per la gestione delle emergenze e per attuare degli interscambi formativi e tecnici, utili sia alla ricerca che al soccorso.

Alle ore 11 si è svolta una cerimonia con la presenza del Comandante Provinciale dei Vigili del fuoco, del direttore del C.C.R., delle autorità locali e della prefettura di Varese.

23 febbraio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs