Varese

Varese, Scapolan a console di Corea: Expo migliorerà nostro interscambio

Foto di gruppo con il console di Corea

Foto di gruppo con il console di Corea

Visita questa mattina in Camera di Commercio del Console della Repubblica di Corea a Milano, Chang Jae-bok. Il console e i suoi collaboratori sono stati ricevuti dal  presidente Renato Scapolan, dal segretario generale Mauro Temperelli e dal vertice camerale.

Scapolan ha rivolto alcune parole al  Console della Repubblica di Corea: “Il “sistema economico Varese” che si riconosce all’interno della struttura della Camera di Commercio ha il piacere di averLa come ospite.  Pur soffrendo delle difficoltà congiunturali proprie di gran parte del mondo industrializzato, l’economia di Varese con la sua provincia conosce nicchie di rilievo in diversi settori”.

Ha continuato il presidente Scapolan: “Abbiamo imprese con lo sguardo rivolto al mondo: settori e realtà che ci caratterizzano come un contesto con una forte vocazione internazionale: il 45% del fatturato delle nostre aziende è generato all’estero, con un export che si avvicina ai 10 miliardi annui.    Conosciamo e apprezziamo la capacità operativa e il fervore imprenditoriale che caratterizzano il suo Paese. Un modello di successo nell’economia globalizzata. Ecco perché queste occasioni di incontro risultano preziose per raggiungere l’obiettivo di migliorare l’interscambio e le opportunità di collaborazioni tra le nostre imprese”.

“Le cifre messe a disposizione dall’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio – ha rimarcato il presidente camerale – evidenziano che, nonostante i problemi e le difficoltà economiche che hanno caratterizzato lo scorso anno, quest’interscambio appare in crescita. Considerando i dati al terzo trimestre, se nel 2013 l’export varesino verso la Repubblica di Corea era stato pari a 70milioni di euro, nello stesso periodo dello scorso anno aveva superato i 74 milioni. I settori principali sono stati quello dei Macchinari (ben il 56% dell’export complessivo), ma anche quelli dei Prodotti Tessili e dei Mezzi di Trasporto. E anche l’import dalla Repubblica di Corea verso Varese è risultato in aumento: dai quasi 23 milioni del 2013 si è passati ai 25 milioni e 660mila euro del 2014. Qui il settore prevalente è stato quello dei Prodotti Chimici”.

Ha concluso Scapolan: “Dobbiamo, e possiamo, però far ancor meglio. Penso alla straordinaria occasione di sviluppare rapporti che, a breve termine, ci offrirà Expo2015: tra l’altro, Varese è il territorio più vicino all’area di Rho-Pero che sarà il cuore dell’Esposizione Universale. La Repubblica di Corea è un grande Paese e il Sistema Varese vuole essere sempre più interlocutore privilegiato della sua economia ad alto tasso di Innovazione e di Sviluppo Tecnologico”.

13 febbraio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs