Varese

Varese, Anche il Cpia aderisce a “M’illumino di meno 2015″

Gli studenti del Cpia

Gli studenti del Cpia

Oggi presso gli uffici del CPIA la vista dell’Energy Manager di Legambiente sulle buone pratiche di risparmio a scuola.  Alle 18 in aula un piccolo reading (lettura) al lume di candela di brani da antologia (la scena sulla tomba di Giulietta e Romeo, l’ingresso all’inferno di Dante e Virgilio, don Rodrigo colpito dalla peste).

In questi giorni gli insegnanti parleranno di risparmio energetico e di tutela ambientale agli oltre 900 utenti dei propri corsi, tra i quali oltre 700 cittadini stranieri che frequentano i corsi di lingua italiana. Prendendo spunto dal decalogo di M’illumino di meno, produrranno inoltre del materiale didattico di livello A2 per poter affrontare le tematiche ambientali anche con chi ha poca padronanza della lingua italiana. Il materiale verrà poi pubblicato sul nuovo sito attualmente in costruzione www.cpiavarese.it in cui ci sarà una sezione apposita dedicata all’ecologia dove studenti e insegnanti potranno condividere il lavoro svolto in classe.

E’ importante anche riflettere su questi temi a partire dalla realtà conosciuta dai nostri studenti che provengono da paesi poco antropizzati, quindi con minore impatto ambientale, ma anche poco o poveramente dotati di tecnologia industriale, da realtà in cui l’ambiente viene percepito come una minaccia più che una risorsa cioè nella diade uomo – ambiente è l’uomo che sente di doversi difendere dalla natura e non viceversa come nei paesi cosiddetti “progrediti”.

Oltre alle difficoltà linguistiche, l’educazione ambientale rivolta agli immigrati (talvolta) deve fare i conti con un gap culturale non indifferente : quelli che per noi obiettivi virtuosi come il risparmio, il km zero, il biologico.. per loro rappresentano la dura e unica realtà che hanno voluto lasciare per vivere più comodamente in un paese “progredito” dove si vorrebbe viaggiare comodamente seduti e non … a piedi.  Su questi temi è nostra ambizione raccogliere testimonianze e riflessioni da mettere in rete.

Il CPIA (centro provinciale istruzione adulti) nasce nel 2014 come primo passo concreto delle riforma dell’istruzione degli adulti voluta dal Governo Prodi nel 2007. La sua missione è offrire a tutti i cittadini italiani e stranieri, che abbiano compiuto 16 anni, l’opportunità di: completare l’obbligo scolastico; imparare l’italiano e potenziare l’alfabetizzazione di base (inglese e informatica); favorire il reintro in formazione dell’adulto italiano e straniero.

10 febbraio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs