Varese

Varese, A Bosto la Festa di S. Imerio con la benedizione dell’olio

La benedizione delle bottiglie dell'olio

La benedizione delle bottiglie dell’olio

La Festa di S. Imerio a Bosto ha toccato questa mattina il suo culmine con una serie di manifestazioni di carattere religioso che hanno richiamato numerosi varesini. Una tradizione che si rinnova ogni anno e che ancora una volta ha registrato l’attenzione di tanti.

Questa mattina una processione è partita dal Monte Bernasco: la Marcia del Pellegrino. Dopo il corteo che mercoledì scorso da San Vittore è giunto a S, Imerio, questa volta tutto è partito dal Parco degli olivi giungendo nel cuore del vecchio rione di Bosto.

All’arrivo nella chiesetta romanica dedicata al martire, il sacerdote residente a Bosto, Don Enrico De Capitani, ha benedetto le bottiglie dell’Olio di Sant’Imerio, tra gonfaloni (tra cui uno antico di Unitalsi) e rappresentanti delle varie realtà di Bosto, come il ragionier Luigino Caravati, presidente della Cooperativa di Bosto. Tutti i presenti si sono poi recati nella chiesa parrocchiale dedicata a San Michele dove è stata celebrata una santa messa, accompagnata dalle melodie proposte dalla Corale di Bosto. Naturalmente era presente anche uno degli artefici della festa, Enrico Marocchi, presidente dell’Associazione dei Produttori di olio di lago di S.Imerio.

Nel corso della funzione religiosa, si è svolto un antichissimo rito religioso, che i varesini sono abituati a vedere in basilica: il rito dell’accensione del Globo, che ha visto la chiesa intera concentrata e in preghiera.

Fino a questa sera si susseguiranno momenti di preghiera e occasioni per ascoltare canti religiosi.

 

 

 

FOTO

8 febbraio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs