Varese

Varese, Centrodestra in fermento. Grassia capogruppo, Cosentino conferma il no

Comune di Varese

Comune di Varese

Passaggio importante nel centrodestra cittadino. Il super-gruppo che si è formato nel Consiglio comunale di Varese, Liberi per Varese, è nato dalla confluenza di Forza Italia, Udc e del consigliere Mauro Pramaggiore, unico Ncd al governo, mentre il resto del suo partito ha scelto di stare all’opposizione. Finora a capo del super-gruppo è stato Ennio Imperatore, già capogruppo Udc, consigliere che con Mauro Morello ha partecipato all’iniziativa di entrare in maggioranza.

Un’entrata, a dire il vero, piuttosto proficua, dato che ha portato il piccolo gruppo ad occupare con Morello la poltrona di Assessore alle Opere pubbliche e la poltrona ancora più prestigiosa di vicesindaco, mentre Imperatore ha svolto il ruolo di capogruppo a Palazzo Estense della parte preponderante del centrodestra. Voci di corridoio danno infine l’ex assessore provinciale Udc ai Servizi Sociali, Christian Campiotti, come uno dei candidati favoriti nella corsa al vertice dell’istituto Molina, uno dei fiori all’occhiello della nostra cittaà. Insomma, Udc partito “pigliatutto”.

Ma il grande slam degli ex Scudocrociati sembra avere subito una brusca frenata o, quanto meno, un momentaneo rallentamento. Infatti è cambiato il vertice del gruppo Liberi per Varese: Domenico Battaglia, forzista, uno dei dissidenti insieme a D’Aula e Galparoli, è diventato responsabile amministrativo del gruppo, nuovo ruolo che finora non esisteva, mentre Ciro Grassia, ex capogruppo di Forza Italia, momentaneamente in lista d’attesa, è stato riconfermato capogruppo, mentre è ancora in stallo la figura del vice di Grassia, che al momento resta un punto interrogativo. Per quanto riguarda il capogruppo, la corsa tra Grassia e Battaglia si è risolta in favore del primo e creando un nuovo ruolo per il secondo. Alchimie del centrodestra.

Non esita ad esprimere qualche dubbio il consigliere Giacomo Cosentino, che ha scelto di lasciare la carica di vicecapogruppo di Liberi per Varese e che nei giorni scorsi era uscito con grande forza sul tema del vertice del Molina: “Considerato che diverse scelte, da quando è nato il super-gruppo non sono state condivise adeguatamente con i consiglieri, da parte mia auspicavo che lo stesso Grassia rinunciasse alla carica, come del resto ho fatto io. Così non è stato, e io stesso l’ho votato”. Continua Cosentino: “Quanto alla nuova figura rappresentata da Battaglia, il suo compito sarà quello di tenere i rapporti tra giunta e gruppo consigliare e verificare il procedere del programma. Gli auguro buon lavoro”. Ma quanto a Cosentino, lui non cambia idea: “Da parte mia, continuo a mantenere i miei dubbi, e se necessario li esprimerò pubblicamente nelle prossime occasioni”.

28 gennaio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs