Varese

Varese, Poker al femminile in “Ritratti di donne” per la rassegna “Red Carpet”

Serena Nardi sul palco del Teatro Santuccio di Varese

Serena Nardi sul palco del Teatro Santuccio di Varese

Ritratto di quattro donne, quattro monologhi a tratti divertenti, a tratti agrodolci. E’ stato incluso nella rassegna “Red Carpet” al Teatro Santuccio di Varese, lo spettacolo “Ritratti di donne. Monologhi al femminile”, una proposta affidata a tre brave e belle interpreti donne che hanno dato vita a figure descritte da Riccardo Bacchelli, Claudio Volpe, Arnold Wesker e Natalia Ginzburg. Una “città delle donne” in cui le donne sono protagoniste assolute.

La rassegna organizzata da Villa Bossi e GiorniDispariTeatro ha messo in calendario questo spettacolo, che racconta un mondo femminile sfaccettato e misterioso, comico e drammatico. Così la brava regista ed attrice Serena Nardi veste i panni di una donna alle prese con la ricerca di un marito ideale. Più ripiegata su stessa la donna che vende il suo corpo, raccontando svogliatamente, mangiando patatine, con una credibile Sarah Collu. Poi arriva una scatenata Anna Angelini, massaia con carrello in preda ad un divertentissimo e irrefrenabile delirio di acquisto. Conclude il poker al femminile una superba Collu che fotografa una giornata di ordinaria vita coniugale, con una moglie in preda ad una crisi di nervi che si accorge di avere parlato ad un marito che non c’è.

Messa in scena ben curata, accompagnata sul palco dalla chitarra elettrica di Guido Zanzi. Uno spettacolo gradevole, che conferma la bravura delle tre interpreti, assai conosciute a Varese, che affrontano le quattro donne con sensibilità e spirito beffardo, ma soprattutto con la capacità di indagare il cuore delle donne. Pur riuscendo a garantire sempre un’alata leggerezza che l’applauso finale ha mostrato di avere gradito alla grande.

25 gennaio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs