Varese

Varese, Archivio e biblioteca di Antonia Pozzi donati all’Insubria

Antonia Pozzi

Antonia Pozzi

L’Università degli Studi dell’Insubria, presenta l’Archivio e la Biblioteca “Antonia Pozzi”. L’evento è in programma giovedì 29 gennaio alle ore 11, nella sede del Centro Internazionale Insubrico “Carlo Cattaneo” e “Giulio Preti”, nella sede del Collegio Cattaneo, in via Dunant 5, a Varese.

Intervengono: il Rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria, Alberto Coen Porisini; il Direttore scientifico del Centro Internazionale Insubrico, Fabio Minazzi; Suor Onorina Dino (studiosa della Pozzi e sua archivista storica), anche in rappresentanza della Congregazione Suore del Preziosissimo Sangue di Monza; la dottoressa Graziella Bernabò (studiosa della Pozzi); il dottor Guido Agostoni, Sindaco di Pasturo; il professor Fulvio Papi (emerito dell’Università di Pavia, eminente studioso della Pozzi).

L’Archivio e la Biblioteca della nota poetessa Antonia Pozzi (Milano 1912-1938), sono stati di recente donati dalla Congregazione Suore del Preziosissimo Sangue al Centro Internazionale Insubrico, in considerazione del fatto che in questo Centro si conservano oramai diversi archivi concernente la “scuola di Milano” formatasi negli anni Trenta del Novecento attorno al magistero del filosofo Antonio Banfi.

23 gennaio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Archivio e biblioteca di Antonia Pozzi donati all’Insubria

  1. giancarlo angeleri il 23 gennaio 2015, ore 15:01

    Non posso dimenticare da uomo di lago Maggiore che di Antonia Pozzi e poi della sua amicizia con Sereni ne sentii parlare tanti e tanti anni fa (quaranta?) da mia sorella allieva din giovana Silvio Raffo docente al neonato Scientifico di Luino. Ottima iniziativa e si ricordi anche il suo o i suoi mentori da Cannobio a Luino a Milano

Rispondi

 
 
kaiser jobs