Varese

Giorno della Memoria, Varese ricorda la Shoah delle persone disabili

disabiliiiSta per arrivare il Giorno della Memoria 2015, in programma, come ogni anno, il 27 gennaio. A Varese un’interessante iniziativa viene promossa da Anffas e Fondazione Piatti, che presentano la mostra “Ricordiamo perchè non accada mai più“, relativa all’eutanasia delle persone disabili. Un evento con la collaborazione del Comune di Varese, e la collaborazione della Provincia di Varese e Anffas regionale, e il contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto.

Il programma di eutanasia delle persone disabili nacque molto tempo prima dei campi di sterminio, dei quali fu una mostruosa prova generale. Proponendo questa mostra Anffas (Associazione di famiglie con disabilità intellettiva e relazionale) intende onorare la memoria di quelle vittime innocenti e stimolare una riflessione sulle motivazioni culturali, scientifiche, politiche ed economiche che portarono prima alla sterilizzazione, poi all’uccisione dei disabili nella Germania nazista.

Dal 25 gennaio all’8 febbraio, tutti i giorni dalle 10 alle 16.30, presso l’atrio di Villa Recalcati a Varese, si svolgerà la mostra fotografica. Inaugurazione alle ore 11 di domenica 25 gennaio con un aperitivo offerto ai partecipanti.

Tra gli eventi collaterali segnaliamo l’interessante performance teatrale sabato 24 gennaio sotto i portici di Palazzo Estense. La performance è a cura della classe di teatro del Liceo Artistico di Varese.

Martedì 27 gennaio e martedì 3 febbraio, sempre alle 10, alla Sala Montanari di Varese, proiezione riservate alle scuole della pellicola tratta dall’intenso racconto teatrale di Marco Paolini “Ausmerzen. Vite indegne di essere vissute” (prenotazioni allo 0332.326574).  Proiezione aperta a tutti venerdì 6 febbraio alle ore 20.30.

18 gennaio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Giorno della Memoria, Varese ricorda la Shoah delle persone disabili

  1. Riabilita il Domani – Giorno della Memoria, Varese ricorda la Shoah delle persone disabili il 19 gennaio 2015, ore 07:05

    […] prima alla sterilizzazione, poi all’uccisione dei disabili nella Germania nazista … leggi tutto  […]

Rispondi

 
 
kaiser jobs