Varese

Varese, Un Falò di Sant’Antonio solidale con i più poveri della città

Falò di Sant'Antonio 2015 (6)Sotto una pioggia battente, ieri sera, ancora una volta, si è ripetuto il rito del Falò di Sant’Antonio. Migliaia di varesini, almeno duemila, hanno assistito alla tradizione varesina doc: la grande pira realizzata dai Monelli della Motta, l’associazione presieduta da Giuseppe Redaelli, ha preso fuoco progressivamente. Un brivido ha percorso la schiena di molti presenti quando il falò pareva non volersi accendere al suo vertice. Ma dopo una decina di minuti, le fiamme sono arrivate in alto e sono state accolte dalla gioia dei presenti in piazza della Motta.

Una bella manifestazione, che anche questa volta è partita con il corteo delle fiaccole che ha preso il via dalla sede di Varesevive, con i rappresentanti delle associazioni operanti sul territorio che hanno aderito al progetto Varesèsolidale, che hanno aperto il corteo. Un progetto che è stato presentato, presso Varesevive, da don Marco Casale della Caritas, che ha ribadito l’importanza del coordinamento tra associazioni diverse per fare fronte al fenomeno drammatico delle povertà presenti in città.

Giunto in piazza della Motta, il corteo aperto dalle associazioni, seguite dalle autorità religiose e civili, si è fermato davanti alla pira per ascoltare le parole di Redaelli sul progetto di solidarietà e la recita del Cantico delle Creature di San Francesco da parte del decano dei Monelli, Angelo Monti. Poi le fiaccole hanno dato fuoco alla catasta in legno e carta, con in prima fila il Prefetto di Varese Giorgio Zanzi, il sindaco di Varese, Attilio Fontana, il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo, il presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi, il prevosto della città monsignor Gilberto Donnini. Se inizialmente, per la pioggia, il falò ha stentato a partire, poi le fiamme si sono alzate e hanno incendiato la pira.

Così ancora una volta si è ripetuta la tradizione tanto amata dai varesini, beneaugurante per tutti, anche per i più poveri, verso cui l’edizione del Falò 2015 ha rivolto attenzione e impegno.

FOTO

17 gennaio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs