Vedano Olona

Vedano Olona, Battarino riscrive il condannato a morte di Hugo

Il giudice-giallista-drammaturgo Giuseppe Battarino

Il giudice-giallista-drammaturgo Giuseppe Battarino

Il Comune di Vedano Olona accogliendo la proposta della Commissione Europea e della Comunità di Sant’Egidio è entrato a far parte della rete di Municipalità che, in Europa e nel Mondo, intendono sostenere l’impegno per il rispetto alla vita e della dignità dell’uomo e sensibilizzare la cittadinanza, i governi e le istituzioni internazionali sull’urgenza di cancellare la pena capitale dal panorama giuridico e dalla pratica degli Stati.

Per aprire ai cittadini la riflessione su questi temi è stato previsto un calendario di incontri, iniziati il 30 novembre 2014, in coincidenza con la XIII Giornata Internazionale “Cities for Life –Città contro la Pena di Morte” (data che ricorda la prima legge di abolizione della  pena capitale, nel Granducato di Toscana, il 30 novembre 1786). Il 30 novembre 2014 le riflessioni sul tema si sono svolte attraverso i linguaggi del cinema con la proiezione del film “La parola ai giurati” di Sidney Lumet.

Il 15 gennaio 2015 alle ore 20.45 in Sala Consiliare di Villa Aliverti è previsto il secondo appuntamento: verrà proposta una lettura  scenica basata su “L’ultimo giorno di un condannato a morte” di Victor Hugo e su brani storici e tratti dai dibattiti parlamentare sull’abolizione della pena di morte nell’Italia unitaria, sotto il titolo “Non è ammessa”, che richiama la Costituzione. I testi elaborati da Giuseppe Battarino e messi in scena da Luciano Sartirana verranno letti dagli attori Simona Bramanti, Lia Locatelli, Pasquale Bevilacqua.

Un terzo momento di confronto è previsto per il 5 febbraio 2014 alle ore 20.45 in Sala Consiliare di Villa Aliverti; verrà proiettato il film “Orizzonti di gloria” di Stanley Kubrick.

9 gennaio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs