Cunardo

Cunardo, Premio della Bontà a classe che ha imparato lingua dei segni

scuola1Premiata la IIa B dell’Istituto di Cunardo, ragazzi della media che sono stati riconosciuti degni di ricevere il Premio della Bontà da parte del Comune di Lugagnano Val D’Arda (Piacenza), che ha tagliato il traguardo della trentesima edizione. Sarà consegnato alla classe nel corso di una manifestazione in programma il 6 gennaio a Rustigazzo alle ore 15: il premio consiste in un’opera dell’orafo Giulio Manfredi.

Quale la ragione dell’assegnazione del premio ai ragazzi di Cunardo? La disponibilità e l’altruismo che hanno portato i ragazzi ad imparare la Lingua dei segni italiana (la Lis) per poter comunicare con un loro compagno di classe che è sordo, un ragazzo non scolarizzato che è giunto cinque anni fa dal Marocco. Dall’esperienza era stato costruito un cortometraggio, premiato al festival Cortisonici ragazzi del 2013

Ma non è finita qui: i corsi per imparare questa lingua proseguono a Cunardo, in modo che tutti possano utilizzarla e consentano al ragazzo di non sentirsi emarginato. E poi, la prossima estate, corsi estivi allargati ancora di più, in modo da fare di Cunardo un Comune anti-emarginazione.

2 gennaio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs