Varese

Greenway della Valle Olona, un ponte tra Expo e Svizzera

CicloviaCompletare fino al confine svizzero il percorso ciclabile già realizzato dalla Provincia di Varese tra Castellanza e Castiglione Olona per realizzare una vera e propria greenway della Valle Olona – Valmorea. Un progetto dalle positive ricadute sociali, culturali e ambientali, turistiche ed economiche, a maggior ragione in vista di Expo.

A sancire finalmente l’impegno degli enti territoriali arriva un documento di intesa, sottoscritto da sei Comuni e tre Parchi locali, con il quale le nove realtà promettono di coordinare le proprie azioni amministrative e chiedono alla Provincia di concretizzare l’opera reperendo le risorse necessarie.

Per assicurarsi l’attenzione dell’ente provinciale, stamattina è stato consegnato in Provincia il documento che l’assessore all’ambiente di Malnate Giuseppe Riggi, Comune capofila, ed il presidente di Fiab-Ciclocittà Beppe Ferrari hanno presentato direttamente al Presidente Gunnar Vincenzi.

“Sono state perse preziose occasioni negli ultimi anni per predisporre un collegamento di mobilità dolce tra Expo, Svizzera e centro Europa che avrebbe potuto essere esemplare e a portata di mano – spiega Beppe Ferrari -. Però non possiamo che registrare con piacere la nuova consapevolezza e determinazione degli enti direttamente interessati a raccoglierne i benefici. Adesso attendiamo i fatti, ci aspettiamo che la Provincia giochi il suo fondamentale ruolo, insieme alla Regione Lombardia”.

L’azione di lobbying scaturisce da una riunione di coordinamento dello scorso ottobre, sollecitato dall’associazione FIAB-Ciclocittà con il sostegno e la collaborazione organizzativa del Comune di Malnate e la partecipazione dei PLIS del Medio Olona, Rile-Tenore-Olona, Valle del Lanza e dei Comuni di Cantello, Malnate, Lozza, Vedano Olona, Castiglione Olona e Castellanza, oltre ad alcune associazioni portatrici di significativi interessi ambientali, culturali e cicloturistici come Legambiente, Amici della Ferrovia della Valmorea, Contrada dei Calimali e, dalla Svizzera, ProVelo Ticino.

“Abbiamo pensato fosse il momento opportuno per rilanciare il processo di completamento della ciclovia – conclude Ferrari -, sia perché la rete di percorsi ciclabili contenuta nel Piano Regionale della Mobilità Ciclistica dello scorso aprile comprende anche quello della Valle Olona, sia perché il cantiere di Pedemontana al Ponte di Vedano, uno dei principali ostacoli finora, si è concluso. Senza dimenticare la grande occasione di EXPO 2015, che potrà mettere in risalto la valenza di un collegamento ciclabile attraente e praticabile tra l’area espositiva e la Svizzera”.

 

30 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs