Varese

Varese, “Quarta generazione”, la grande poesia torna in prestigioso cofanetto

 

La copertina del volume Nem

La copertina del volume Nem

Si sono già accese le luci di informazione nazionale e media per il volume che sta per uscire nella città giardino. Si tratta in realtà di un doppio volume realizzato dalla Nem (Nuova Editrice Magenta): la ristampa anastatica della prestigiosa antologia curata da Piero Chiara e Luciano Erba “Quarta Generazione. La giovane poesia (1945-1954)”, che venne pubblicata a Varese nel 1954 dall’Editrice Magenta, e il volume, a cura di Serena Contini, “Gli anni di Quarta Generazione. Esperienze vitali della poesia”, che propone l’inedito carteggio intercorso negli anni tra Luciano Anceschi, Piero Chiara e Luciano Erba. Un doppio volume che, come ciliegina sulla torta, sarà presentato in un prezioso cofanetto. Presentazione ufficiale al Salone Estense di Varese sabato 29 novembre, alle ore 10.30.

Testi leggendari, che rinviano ad un’epoca della cultura italiana in cui si producevano volumi con testi di Pier Paolo Pasolini (qui alle prime armi con l’italiano, dopo le esperienze friulane), Andrea Zanzotto, Alda Merini, David Maria Turoldo, Maria Luisa Spaziani, Giorgio Orelli, Nelo Risi e altri ancora. Un insieme di versi che vennero raccolte in un volume che curò il famoso scrittore luinese Piero Chiara insieme a Luciano Erba. Ora sarà possibile rileggere quel coraggioso volume. “Lo riproponiamo – spiega l’editore Dino Azzalin, che ha scritto la prefazione del volume con il carteggio – perchè da tempo si chiede questa antologia esaurita da anni. E poi lo abbiamo ristampato perchè è la prima grande antologia di poeti italiani che sarà seguita da molte altre antologie”. Continua Azzalin: “Si è trattato del grande passaggio di testimone tra la generazione di poeti che avevano conosciuto la guerra, l’ermetismo, Montale, ai giovani e giovanissimi della Neoavanguardia”. Non a caso il giovane Edoardo Sanguineti pubblicò Laborintus proprio a Varese, per i tipi dell’Editrice Magenta.Un volume, la ristampa anastatica della vecchia, gloriosa antologia, accompagnato da un consistente apparato di note: “L’apparato critico è stato redatto da Serena Contini, con la collaborazione di Francesca Boldrini – sottolinea l’editore-poeta -, un lavoro impegnativo di grande qualità. E ci ripropone, in questa era del web, una stagione in cui c’erano grandi maestri. Ora i grandi vecchi della poesia sono scomparsi, ma volumi come questi consentono anche a noi di fare tesoro di quella grande stagione e di quei grandi maestri”.

24 dicembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs